Peso basso alla nascita, quale latte scegliere?

Il latte migliore è da sempre quello materno, anche se il piccolo ha un peso basso alla nascita o è molto prematuro.

Stringere tra le braccia il proprio bambino appena nato è davvero incredibile. È un’emozione fortissima, un misto di amore e ansia, per la responsabilità. Allattare non sempre è facile: si dice che non ci sia seno che non sia in grado di produrre latte, ma spesso le mamme non ne hanno per una serie di errori (anche pratici) e problemi psicologici. Il principale ostacolo può essere il peso bassa alla nascita.

Il timore numero è non avere abbastanza latte. Le donne si preoccupano che il bimbo non cresca bene, che non sia nutrito a sufficienza, perché faticano ad avere un reale controllo sull’allattamento. Quale latte scegliere in questo caso? In linea di massima, il latte della mamma è sempre l’alimento migliore.

Se il bambino, però, pesa meno di 2.5 kg ed è nato molto prematuro non dovete scoraggiarvi. Probabilmente allattare al seno sarà difficile. In questo caso deve subentrare il tiralatte e poi verrà somministrato al bambino con un cucchiaino o con un piccolo biberon. Il piccolo dopo le 32 settimane sarà in grado di succhiare e quindi potrà essere attaccato al seno.

È ovvio che in caso l’allattamento al seno non sia possibile, magari perché alla mamma non è arrivata la montata lattea, non dovete preoccuparvi. Esiste il latte artificiale, è studiato appositamente per i piccoli. I bambini crescono bene lo stesso.

Via | Uppa

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO