A che età si impara a contare?

A che età si impara a contare? Ecco qualche consiglio per avvicinare il bambino ai numeri.

La filastrocca dei numeri di Gianni Rodari

Ogni bambino ha i suoi tempi. È bene ricordarlo tutte le volte che restiamo sorpresi per un’abilità del nostro piccolo o attendiamo con ansia che impari a fare una cosa nuova. Vi state chiedendo a che età sia in grado di contare? Prima di tutto doppiamo distingue tra numerare, ovvero imparare i numeri, e saper effettivamente contare. Nel primo caso tra i 2 e i 3 anni dovrebbe essere in grado di nominare in sequenza i numeri fino a 10. I più bravi potrebbero arrivare a 20.

Non è detto però che oltre a recitare sappia anche contare. Questo secondo passaggio è più complesso perché per il bimbo è difficile quantificare oltre il numero 3. Imparare a contare dipende dal livello di comprensione del concetto di quantità. Tanto e poco, vicino e lontano sono “idee” che il bambino impara gradualmente e che in seguito accompagnerà con i numeri.

Non abbiate quindi fretta di vederlo darsi da fare con le manine e le dita, piuttosto provate a contare con lui mentre giocate insieme o leggete su bel libro pieno di disegni (quante carotine vedi?). Un po’ alla volta, con il tempo, riuscirà ad applicare la numerazione alla quantità. In teoria verso i 4 anni dovrebbe aver sviluppato anche questa abilità. E se non dovesse essere così, abbiate pazienza: diventare grandi non è una gara!

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO