Favole tattili per i bambini sordo ciechi della Lega del Filo d'Oro

La Lega del Filo d'Oro ha presentato al Salone del Libro di Torino le sue favole tattili per i bambini sordo ciechi.

Favole tattili per i bambini sordo ciechi

La Lega del Filo d'Oro al Salone del Libro di Torino ha presentato delle nuovissime favole tattili, utili per la riabilitazione dei bambini sordo ciechi. Ci sono bambini in tutto il mondo che non possono "ascoltare" le favole della buona notte, ma le possono toccare con mano. Toccare ad esempio il pelo del lupo di Cappuccetto Rosso o gli abiti delle principesse.

Uno studio condotto dall'Istat ha svelato che in Italia le persone sordocieche sono circa 189 mila, pari allo 0,3 per cento della popolazione globale. Molti i bambini e i ragazzi che vivono una situazione molto complessa, perché oltre al deficit sensoriale magari hanno anche altre disabilità.

Per sensibilizzare l'opinione pubblica e far conoscere le storie di tanti bambini e ragazzi che non possono leggere, ascoltare o vedere i libri come tutti i loro coetanei. Le favole tattili sono molto utili anche nei percorsi riabilitativi dei piccoli, come ricorda Rossano Bartoli Segretario Generale della Lega del Filo d’Oro:

Attraverso la partecipazione al Salone del Libro, vogliamo far conoscere a sempre più persone la nostra attività quotidiana per la cura, la riabilitazione e l’assistenza dei bambini sordociechi. Le favole tattili sono utilizzate all’equipe multidisciplinare della Lega del Filo d’Oro per stimolare la comunicazione tramite gli oggetti. Questo si inserisce in un percorso riabilitativo personalizzato volto a restituire alle persone e ai bambini sordociechi una maggiore autonomia e renderli così partecipi della loro vita.

I libri tattili e le favole tattili

possono aiutare questi piccoli a scoprire un mondo nuovo. E a sentire ogni sera la fiaba della buona notte insieme a mamma, papà ed eventuali fratelli.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 1 voto.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO