I bambini di 3 anni hanno un senso del possesso già ben sviluppato

Riconoscere ciò che appartiene a una persona: a 3 anni i bambini hanno già ben chiaro il senso del possesso.

elder brother is jealous of a pile of gifts that are gifted to younger brother

Il senso del possesso è qualcosa che i bambini conoscono bene. Quante volte hai sentito tuo figlio dire: “E’ mio”! ora uno studio, pubblicato sulla rivista Cognition e condotta dall'Università di Waterloo, ha dimostrato che i piccoli a tre anni sono in grado di giudicare chi possiede un oggetto in base alla sua posizione.

I bambini dunque possono percepire la proprietà di un oggetto senza vedere qualcuno che vi interagisca. Sanno intuitivamente chi lo possiede, anche se i genitori non hanno fatto notare loro la cosa. Brandon W. Goulding, autore principale della ricerca, ha commentato:

"Nel mondo reale siamo circondati da oggetti con cui nessuno sta interagendo ed è comunque importante sapere chi possiede cosa un modo per riuscirci è realizzare che un'intera area è sotto la proprietà di qualcuno e da ciò possiamo dedurre che tutto in quell'area è di proprietà di quella persona".

Durante la ricerca sono stati coinvolti bambini dai 3 ai 5 anni in una serie di esperimento e al termine gli esperti hanno potuto comprendere che bimbi di 3 anni riuscivano a dedurre quali fossero gli oggetti appartenenti a una persona in base alla loro posizione, mentre i più grandi lo facevano anche in base alla storia della persona stessa. Ori Friedman, coautore della ricerca, ha inoltre aggiunto:

"Le persone sono spesso preoccupate per la possessività dei loro figli ma penso che spesso i piccoli abbiano intuizioni simili agli adulti riguardo alla proprietà".

Insomma la fase del “E’ mio” è normale, naturale e importante. È vero, talvolta è un po’ fastidiosa, ma per crescere ci sono tappe che non si possono proprio saltare, come questa.

Via | Ansa

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 3 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO