I bambini di spalle nella foto di classe per proteggere la privacy, la scuola: "Non è quello che sembra"

In una foto scolastica bambini e maestre di una prima elementare di Grado mostrano le spalle per questioni di privacy. La foto è stata strumentalizzata, tuona la preside.

grado.jpg

Per la fine dell’anno scolastico è di rito la foto di classe. Quella che vede in alto è la fotografia di una prima elementare dell’Istituto Comprensivo Marco Polo di Grado: i bambini sono tutti di schiena e non si vedono le facce. Quest’immagine ha scatenato subito una grande polemica, come mai? La preside Silvana Schioppa, in assenza di una liberatoria di tutti i genitori, per tutelare la privacy dei minori, ha deciso di non mostrare i volti dei bambini.

Maestre e alunni, con cappellino giallo, si sono messe di spalle durante lo scatto. La foto è rimbalzata sui social. In molti si sono chiesti se la “scusa” della privacy non sia un po’ scappata di mano, se non sia esagerata una scelta così drastica?

In realtà questa polemica, interessante spunto di riflessione, sembra essere esagerata. La scuola infatti ha rilasciato una nuova versione su questa fotografia, decisamente lontana dal problema privacy. Durante la foto i bimbi stavano prendendo parte a un progetto e stavano svolgendo il «Gioco dell’oca delle Quattro Stagioni». È solo una delle tante immagini della giornata, non è la foto di fine anno. Quella, ha rassicurato la preside, ci sarà e i bimbi si vedranno in volto.

«Siamo indignati per questa strumentalizzazione al fine di speculare su un argomento fortemente sentito in questo periodo come quello delle regolamento europeo sulla privacy».

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 15 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO