Torino, bambini ai padroni dei cani: "Non sporcate le strade"

I bambini danno lezioni di educazione agli adulti, soprattutto ai proprietari dei cani che sporcano le strade.

Man  Picking up / cleaning up dog droppings

I padroni dei cani sono spesso maleducati purtroppo. In molte città, i giardini pubblici e i marciapiedi sono “pieni” delle deiezioni canine lasciate dai loro padroni, che in realtà avrebbero l’obbligo di pulire dopo che il loro amico a quattro zampe ha giustamente fatto il suo bisognino.

I piccoli studenti, delle scuole del comprensorio King Milia di Torino, stufi dello stato in cui si trovano le strade, hanno tappezzato via Germonio, via Rieti e corso Francia con cartelli in cui chiedono ai padroni di cani di raccogliere le deiezioni. La fase principale che si può leggere è la seguente: «Raccoglila, altrimenti la pesti e te la porti a casa». Un messaggio chiarissimo che dovrebbe sensibilizzare gli adulti su un tema di rispetto davvero importanti. Valentina Paterna, la maestra che ha portato avanti il progetto insieme ai bambini, ha commentato a LaStampa:



“Sono stati loro (i bambini, ndr) che hanno voluto fortemente questa piccola attività di protesta. Noi li abbiamo aiutati a individuare il target dei destinatari e la forma espressiva più adatta. Il laboratorio è durato un anno intero. Le prime fasi sono state di studio: capire chi fossero i maleducati e quale fosse il loro «modus operandi»”.

Non si sono occupati solo dei cartelli: bambini e maestre sono andati a pulire i marciapiedi. Il quartiere è rimasto molto colpito: incredibile che debbano essere i bambini a insegnare un po’ di educazione. Avere animali è fantastico, soprattutto per i più piccoli, ma non deve mai mancare il rispetto del pubblico. Le strade sono di tutti!

Via | La Stampa

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 7 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO