Il rapporto madre-figlio influenza le capacità relazionali del bambino

Il rapporto che la mamma instaura con il suo bambino nei primi due anni di vita sarà un modello per le relazioni umane del suo bimbo in futuro.

Affectionate young mother hugging crying son while consoling him and whispering good words

Il rapporto tra la mamma e il suo bambino è fondamentale non solo per la crescita del bimbo, ma influenza anche le sue capacità di relazionali future. A sostenerlo è uno studio pubblicato sulla rivista British Journal of Developmental Psychology dai ricercatori dell’Università di York (Regno Unito), secondo cui le capacità dei bambini di comprendere i pensieri e i sentimenti delle altre persone, dipendono dal modo in cui la madre interagiva con loro quand’erano piccoli.

Gli autori hanno osservato il modo in cui le madri interpretavano i pensieri e i sentimenti del bambino. Sono state seguite 40 neo-mamme che si sono prestate a un esperimento ripetuto, prima a 10 mesi, poi a 12, a 16 e infine a 20 mesi. Gli esperti si sono accorti che alcune madri mostravano una capacità maggiore di comprendere i pensieri dei loro piccoli rispetto alle altre.

Le coppie madri-figli sono state viste un’ultima volta quando i bambini avevano circa 5-6 anni. In quell’occasione, hanno analizzato le capacità socio-cognitive dei bambini. In particolare, hanno chiesto ai piccoli di spiegare il contenuto di alcune vignette che ritraevano 12 diverse interazioni sociali. È stato così che la relazione è stata dimostrata. Elizabeth Kirk, che ha guidato la ricerca, ha commentato:

"Questi risultati sono significativi in quanto dimostrano il ruolo fondamentale dell’interazione conversazionale tra madri e figli durante la prima infanzia".

Via | Ilsole24ore

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 1 voto.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO