Bambini e Internet, 10 consigli per la navigazione sicura

Ecco qualche consiglio per la navigazione sicura, per aiutare bambini a un uso consapevole di Internet.

proteggere i bambini su Internet

Non si può privare i bambini di internet, così si deve insegnare loro un uso corretto della Rete, affinché sappiano navigare prevenendo eventuali rischi. Per questo motivo, Cynny, un’azienda fiorentina con sedi in USA, Regno Unito, e da qualche giorno anche in Cina, ha studiato un decalogo per aiutare i piccoli navigatori.


  • Scegliere i filmati su YouTube: disattivate la riproduzione automatica regolata dall’algoritmo e scegliete di persona ogni filmato che verrà visualizzato.
  • Uso delle chat: se vostro figlio non può fare a meno di chattare con i suoi coetanei facciamo in modo che utilizzi il nostro telefono e solo per qualche minuto.
  • Leggere le informative: le informazioni devono sempre essere chiare e se dobbiamo creare un profilo utente è bene farlo insieme al proprio figlio, e conoscerne la password.
  • Attenti ai permessi: un’app ci chiede il permesso di accedere alle foto e alla rubrica, un’attenzione particolare andrebbe rivolta alla provenienza e affidabilità del programma. Se si ha un dubbio, meglio disinstallare subito.

  • Attenzione ai link: la presenza di collegamenti che portano a pagine esterne va considerato con sospetto, se non se ne conosce il contenuto.
  • Impostare il parental control
  • Google Play Store: sugli smartphone Android è possibile impostare un account Famiglia sul Google Play Store. In questo modo, quando il figlio vorrà scaricare un'applicazione dal proprio smartphone, i genitori riceveranno una notifica e dovranno fornire il consenso all'operazione.
  • Utilizzare software specifici: esistono software pensati per garantire una navigazione protetta ai bambini. Di solito, tengono in considerazione due aspetti: le liste nere e l’analisi lessicale. Computer in vista: mettetelo sempre al centro di una stanza, mai in camera del bambino.
  • Internet e la vita reale: far capire ai ragazzi che le azioni sul web possono avere conseguenze nella vita reale è fondamentale.
  • Installare programmi come MorphCast®, che si accorge immediatamente se il dispositivo è usato da un minore e capisce anche se la sua espressione è di disgusto, panico o di gioia.
  • shares
  • +1
  • Mail