Pizza per bambini, come inserire il piatto italiano nella loro alimentazione

Pizza per bambini, come inserire questo delizioso piatto italiano nella loro alimentazione.

Pizza per bambini

Pizza per bambini, come inserire questo alimento nella loro dieta? Sicuramente stiamo parlando di un piatto tipico della tradizione gastronomica italiana amato da grandi e piccini. Proprio i più piccoli passerebbero le loro giornate a mangiare la pizza. Ma fa davvero bene? E quando dobbiamo darla ai più piccoli? E soprattutto, sono tutte uguali le pizze?

Gli esperti in alimentazione dell'Ospedale Bambino Gesù di Roma ci danno i loro preziosi consigli. La pizza, innanzitutto, non dovrebbe essere considerata un semplice spuntino, ma un piatto unico, a causa delle sue elevate calorie. La pizza margherita, la preferita dai bambini, conta 271 calorie per 100 grammi di prodotto, con proteine e lipidi poco sotto i 6 grammi.

In caso di sovrappeso non bisogna escludere del tutto questo alimento, ma bisogna fare la scelta giusta. Una pizza un paio di volte a settimana può essere un'ottima cena, da affiancare magari a delle verdure, un po' di frutta e acqua. Evitate le bevande zuccherate, ovviamente, che non farebbero altro che far lievitare calorie e zuccheri. A scuola un piccolissimo pezzo di pizza, magari 50 grammi di pizza rossa, con un po' di frutta, può essere la scelta giusta per la merenda di metà mattina. Solo acqua come bevanda a scuola, mi raccomando!

Occhio, infine, alle possibili intolleranze alimentari. In caso di celiachia evitate la classica pizza con farina di grano e optate per le alternative ormai presenti in ogni negozio. Attenzione, invece, alle intolleranza al latte, per la presenza di lattosio nella mozzarella, ma anche nell'impasto. C'è anche chi potrebbe essere allergico al pomodoro!

Quindi, alla fine, mangiate pure la pizza in famiglia o datela per merenda a scuola con le dovute precauzioni del caso!

Foto iStock

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 1 voto.  
  • shares
  • +1
  • Mail