Bere alcolici in allattamento può ridurre le capacità cognitive del bimbo

Gli alcolici durante l’allattamento sono pericolosi per le capacità cognitive del bambino. Lo dimostra uno studio australiano.

allattamento.jpg

Bere alcolici fa male, soprattutto se si alza un po’ il gomito. Può essere molto pericoloso in gravidanza e, anche in allattamento. Durante i primi sei mesi di vita del bambino, quando il piccolo prende come unico cibo il latte della mamma, gli alcolici potrebbero ridurre le sue capacità cognitive.

Il nuovo studio, pubblicato sulla rivista Pediatrics, si concentra sulle conseguenze dell'alcol che arriva al piccolo attraverso il latte materno. Il team di ricercatori della Macquarie University in Australia ha esaminato 5.107 bambini, a partire dal 2004. I piccoli sono stati valutati una volta ogni due anni fino all'età di 11 anni e alle madri è stato fornito un questionario elaborato dall'Organizzazione Mondiale della Sanità in merito al consumo di alcol e il fumo di sigarette durante l'allattamento.

Che cosa è emerso? I figli di madri che avevano consumato più alcol durante l’allattamento al seno avevano punteggi di ragionamento non verbale più bassi. Mentre il problema non era riscontrato tra figli di madri che hanno consumato alcol durante l'allattamento ma che non erano stati allattati al seno. Le basse capacità cognitive verificate intorno ai 6-7 anni venivano comunque compensate dal momento in cui i bambini avevano 10 o 11 anni di età. Come mai? La spiegazione data ipotizza una compensazione dovuta all'aumento dei livelli di istruzione e degli stimoli ambientali.

Non c’è stato il medesimo riscontro con il fumo. Ciò non vuol dire che non faccia male, semplicemente non influenzi le capacità cognitive.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 2 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail