Le amicizie dei bambini sono influenzate dai genitori

Riuscire ad avere degli amichetti nell’età infantile non è semplice. Anzi, molto spesso i bambini sono influenzati dai genitori.

Non tutti i bambini riescono a farsi facilmente degli amici e la disponibilità a socializzare è legata ai genitori. Una ricerca, pubblicata sul Journal of Family Psychology e condotta dalla Florida Atlantic University assieme alla University of Jyvaskyla in Finlandia, ha dimostrato che mamma e papà influenzano le amicizie.

Durante lo studio sono stati presi in considerazione 1.523 bambini delle scuole elementari. I ricercatori hanno esaminato i loro rapporti sociali, il grado di integrazione a scuola, il loro ‘ruolo’ nel gruppo, la presenza di un migliore amico o meno. E hanno incrociato queste osservazioni con le caratteristiche dei genitori.

Si è osservato che i genitori che soffrono di depressione, anche lieve, impediscono ai figli di avere amici durante l’età infantile. Ci sono poi dei comportamenti, come la mania del controllo (un coprifuoco o regole molto rigide) o il far sentire i bambini in colpa, che possono influenzare le relazioni. Secondo gli studiosi, i figli di questi genitori non imparano le strategie necessarie ad avere relazioni con altre persone.

È dunque molto importante che la serenità, l’affetto di mamma e papà ma anche la stabilità influenzi positivamente il bambino. Già perché i genitori non influenzano solo in negativo, bisogna ricordarselo.

Via | Stile

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 1 voto.  
  • shares
  • +1
  • Mail