Alimentazione bambini: per crescere bene servono cinque pasti al giorno equilibrati

Una corretta alimentazione per i bambini deve essere composta di 5 pasti al giorno in cui devono essere presenti carboidrati, fibre, proteine, grassi, vitamine e sali minerali.

Alimentazione bambini 5 pasti

Mangiare in modo sano ed equilibrato è una buona abitudine che si impara sin da piccoli, è importante creare una routine giornaliera con cinque pasti principali e mettere nel piatto tutti i nutrienti necessari. Ogni pasto dovrebbe contenere carboidrati, fibre, proteine, grassi, vitamine e sali minerali, da dosare tra loro in base al momento della giornata. L’alimentazione dei bambini è molto importante perché bisogna educare il corpo a mangiare bene e coltivare un metabolismo sano ed efficiente, in modo da evitare i problemi come sovrappeso e obesità e tutti i disturbi ad essi collegati.

Alimentazione sana bambini

I medici dell'Ospedale Pediatrico Bambino Gesù hanno stilato un vademecum per imparare a far mangiare i bambini in modo equilibrato e sano, scopriamo insieme le loro indicazioni.

  • La colazione è il pasto più importante della giornata e non si deve mai saltare. Potete dare ai bambini lo yogurt o il latte e poi il pane con il miele, la marmellata o la crema di nocciole, ma anche delle brioches, pancakes, muffin, torta fatta in casa, cercando di variare il più possibile. Via libera anche a frutta fresca, succo di frutta e frutta secca. Potete alternare le colazioni più sane con quelle preferite dai vostri bambini.
  • Lo spuntino di metà mattina deve essere leggero perché i bambini devono arrivare al pranzo con un certo languorino. Potete optare per frutta fresca e secca, succo di frutta, crakers, biscottini e anche un piccolo panino.
  • Il pranzo deve costituire il 40% delle calorie giornaliere e deve essere organizzato in modo che siano presenti carboidrati, proteine, grassi e micronutrienti (vitamine, sali minerali e fibre). Potete optare per primo, secondo, verdure e frutta, oppure creare un piatto unico da accompagnare con verdure e pane.
  • La merenda si deve almeno dopo due ore e mezza dal pranzo e a 3 – 4 ore dalla cena. La merenda deve essere leggera e si può optare sia per il dolce che per il salato, potete ad esempio servire un dolcetto alla frutta, ma anche frullati, centrifugati, un toast, yogurt o latte con i cereali, ovviamente il tutto in piccole porzioni. La merenda con deve sostituire o rovinare l’appetito per la cena.
  • La cena deve essere nutriente ma leggera, dovreste abbinare carboidrati, proteine e verdure, ad esempio una zuppa di legumi oppure la pasta con un sugo al tonno.
  • Limitate al massimo le bevande zuccherate ed eccitanti come la Coca Cola e prediligete i grassi buoni, come l’olio extra vergine di oliva. Cercate di fare attenzione a tutto lo zucchero nascosto negli alimenti di uso comune e prediligete le merende e i dolci fatti in casa.

Foto | iStock
via | ansa

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 5 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail