Giornata nazionale per la sicurezza: nelle scuole un crollo ogni 4 giorni

Oggi è la Giornata Nazionale per la Sicurezza: le scuole dove mandiamo i nostri figli sono sicure?

Giornata nazionale per la sicurezza

Oggi si celebra la Giornata nazionale per la sicurezza nelle Scuole. In Italia sono già stati organizzati tanti eventi per parlare di sicurezza nelle scuole italiane. Ma anche per ricordare chi, purtroppo, ha perso la vita in un incidente avvenuto proprio all'interno di un istituto scolastico. Sono passati 10 anni dal crollo del Liceo Darwin di Rivoli in cui perse la vita Vito Scafidi. Fa ancora più male oggi leggere che nelle scuole italiane si verifica un crollo ogni 4 giorni.

I dati emersi dal XVI Rapporto sulla sicurezza delle scuole presentato da Cittadinanzattiva mettono i brividi. Un crollo ogni 4 giorni di scuola. 3 scuole su 4 non hanno l'agibilità statica. Solo 1 scuola su 20 è in grado di resistere a una scossa di terremoto.

In Italia, però, pare che siano in crescita gli investimenti per la manutenzione da parte di comuni e provincie. 50mila euro a scuola per interventi di manutenzione ordinaria e ben 228mila per gli interventi di manutenzione straordinaria. Ma non in tutte le regioni italiane, come sempre accade, le cose vanno allo stesso modo. Se la Lombardia è la regione che investe di più in manutenzione ordinaria, con quasi 119mila euro, è del sud la regione che investe di meno: in Puglia non si arriva a 3mila euro.

In Calabria solo il 2% delle scuole fa verifiche di vulnerabilità sismica, contro il 59% degli istituti umbri. In Trentino Alto Adige nel 69% delle scuole c'è un certificato di prevenzione incendi, contro un misero 6% delle scuole laziali.

Adriana Bizzarri, coordinatrice nazionale della Scuola di Cittadinanzattiva, spiega:

Siamo convinti che le scuole siano il presidio più avanzato per promuovere la cultura della sicurezza nel nostro Paese, non solo perché ospitano circa dieci milioni di persone tra studenti e lavoratori, ossia un sesto della popolazione italiana, ma soprattutto perché è fra le mura scolastiche che si possono far crescere e sperimentare le competenze e la cultura della sicurezza.

Foto iStock
  • shares
  • +1
  • Mail