Parotite, come riconoscere gli orecchioni nei bambini

Che cosa sono gli orecchioni, come si manifestano e quanto dura la parotite? Ecco come diagnosticare la malattia nei bambini.

La parotite è una malattia infettiva altamente contagiosa e comunemente nota come orecchioni, perché colpisce le ghiandole salivari e delle prime vie aeree (faringe, laringe e trachea), ingrossando le ghiandole che si trovano proprio sotto le orecchie, il responsabile è il virus appartenente alla famiglia dei Paramyxovirus. Si previene con la vaccinazione.

Come si manifesta? Come abbiamo anticipato, il sintomo più evidente è l’ingrossamento delle ghiandole sotto i padiglioni auricolari, dietro l'angolo della mandibola. Il periodo di incubazione è molto variabile tra 12 e 25 giorni ed è generalmente privo di sintomi salvo talora accompagnato da malessere, perdita dell'appetito, brivido, febbricola, mal di testa, dolori muscolari. La febbre elevata dura circa 4 giorni e il bambino dovrebbe lamentare dolore alle orecchie, mal di testa, dolore nel deglutire e ai muscoli.

I bambini più esposti sono quelli nella fascia di età tra i 5 e 15 anni, ma non sono risparmiati gli adulti, fino a 1 anno solitamente si è immuni e si manifesta molto raramente nei bambini di meno di 2 anni. La malattia tende a regredire entro una settimana.

Come si cura? Il trattamento è indirizzato essenzialmente ad alleviare i sintomi, con analgesici e antipiretici. Una dieta semiliquida può aiutare ad alleviare il dolore associato alla masticazione. Sarebbe bene evitare succhi di agrumi perché l'acidità può accentuare il fastidio dovuto all'infiammazione.

  • shares
  • +1
  • Mail