Giocattoli per bambini, gli italiani spendono sempre di più

Cresce il settore giocattoli: gli italiani spendono sempre di più e acquistano soprattutto i negozi specializzati.

I giocattoli per bambini vivono un momento magico soprattutto a Natale quando le vendite s’impennano. Secondo l’edizione 2018 dell’Osservatorio Non Food di GS1 Italy, dal 2013 al 2017 le vendite si sono abbastanza impennate con più 12,1%. In che cosa spendono di più gli italiani in questo settore? I giochi per neonati e per i bambini in età prescolare sono al primo posto, seguiti dai mattoncini per le costruzioni e dalle bambole, che viaggiano forte soprattutto per il segmento “playset dolls & accessories”.

Dove acquistano? Punti vendita specializzati e leader del mercato. Per il giocattolo non solo si compra, ma prima si deve toccare, vedere e probabilmente anche verificarne la qualità. Non è dunque un caso che i genitori si rechino in catene specializzate (cresciute di oltre il 20% tra 2013 e 2017), dove possono avere a disposizione un’ampia scelta.

Le catene sono anche in grado di creare emozione ed entertainment a differenza degli e-commerce, con cui c’è una bella competizione. Una quota ancora marginale rispetto ai livelli ben più elevati che l’e-commerce raggiunge all’estero e che è molto condizionata dalla necessità del consumatore di vedere e toccare il prodotto prima dell’acquisto. Una caratteristica tipica del consumatore italiano, che lo differenzia da quello di altri paesi.

E voi dove comprerete i regali di Natale per i vostri bambini?

  • shares
  • +1
  • Mail