Le mamme che lavorano sono più stressate del 40% delle altre donne

Lavorare e fare la mamma può essere davvero molto stressante. Non è dunque sorprendente che uno studio pubblicato sul British Sociological Association Journal Sociology e ripreso dalla stampa inglese, le mamme che lavorano sono stressate il 40 percento in più delle altre donne, lavorando nello stesso posto e lo stesso numero di ore.

Gli esperti che si sono occupati della ricerca, il professor Tarani Chandola dell’Università di Manchester, insieme alla dottoressa Cara Booker, alle professoresse Meena Kumari e Michaela Benzeval dell’Università di Essex, hanno raccolto informazioni sul ritmo di lavoro, sui livelli di ormoni e sulla pressione sanguigna e hanno potuto registrare che il livello complessivo di ben 11 biomarcatori legati allo stress cronico è più elevato nelle donne che lavorano full time e che hanno figli sotto i 15 anni di età.

Tra i fattori di stress, ci sono il senso di colpa causato dalla stanchezza che colpisce proprio durante l’accudimento dei figli (40%) e dalla fretta (35%). Non si contano i muoviti e fai presto, urlati al bimbo. Si aggiunge poi la mancanza di tempo per stare con i piccoli. A questo quadretto, non c’è certo rosa, si aggiungono altri problemi: le mamme, nel 40% dei casi, si sento responsabili per l’impegno che grava sulle spalle dei nonni, già affaticati per altri motivi. E non parliamo del confronto con la propria mamma (oggi nonna): lei è sempre stata presente, lei ha sempre preparato la cena ed è stata una buona moglie.

Via | Vanity Fair

  • shares
  • +1
  • Mail