Coco, il cartone animato che spiega la morte ai bambini

È molto difficile spiegare cosa sia la morte ai bambini e soprattutto fargli comprendere che l’immortalità di chi perdiamo resta nei nostri ricordi. Coco è un cartone animato, firmato Pixar, molto speciale, oltre a essere molto bello. Perché questo film d’animazione, con tanta gioia, racconta che cos’è il lutto, la nostalgia del passato e di chi abbiamo amato e di quanto sia importante ricordare la nostra storia.

Qual è la trama? Si svolge tutto durante il Día de Muertos e il protagonista è una bambino, Miguel, che desidera tanto diventare un musicista, ma nella sua famiglia la musica è bandita. Come mai? Diverse generazioni prima, la nonna Imelda è stata abbandonata dal marito che voleva fare il musicista.

Miguel però non vuole diventare un calzolaio e si decide a partecipare a una gara musicale, di nascosto dalla sua famiglia. Per farlo, ruba la chitarra di Ernesto de la Cruz, attore e musicista messicano, direttamente dalla sua tomba. Rubare ai morti però è peccato e il bambino si trova improvvisamente nel mondo dei morte dove incontrare i suoi avi defunti. Ha poche ore per tornare nel mondo dei vivi. In questa corsa contro il tempo, scopre che il ricordo delle persone amate è il vero ponte tra mondo dei morti e mondo dei vivi e che l’unico modo per non morire veramente è fermare nel nostro cuore e nella nostra mente l’amore che abbiamo provato per loro.

È una storia ricca di magia, che incanterà i bambini per le musiche e i colori, ma anche perché con delicatezza sarà in grado di rispondere a delle domande importanti.

  • shares
  • +1
  • Mail