Come aiutare i propri figli ad avere successo

I successi dei figli sono quelli dei genitori, spesso colpiti da un moto di orgoglio che non si può paragonare e nessun’altra soddisfazione. Come si fa? La psicologa dell’università di Stanford, Julie Lythcott-Haims, ha individuato ben dodici comandamenti nel suo libro “How to raise an adult”, per aiutare i genitori a crescere figli di successi. Ovviamente, ciò che conta è la misura: non devono sentirsi vincolati dalle aspettative di mamma e papà.

Collaborare alle faccende domestiche fin da piccoli li rende più collaborativi, empatici e indipendenti.
Bisogna aiutarli a sviluppare abilità sociali.

Attenzione alle aspettative: non bisogna mai esagerare, però sei genitori non si aspettano molto dai figli, questi otterranno risultati peggiori negli studi.

Le madri diplomate o laureate hanno maggiori probabilità di avere figli che faranno lo stesso.

Insegnare i numeri e altri concetti rudimentali fin da subito aiuta nella matematica e nella lettura.

L’accudimento attento dei primi tre anni determina i risultati nello studio.

Se il genitore è frustrato e stressato, il suo stato emotivo si può trasferire al bambino.

Se la mamma lavora fuori casa, è un buon esempio per i bambini.

Chi cresce in famiglie ricche ha più possibilità di sviluppare le proprie potenzialità.

Insegnare ai bambini a sforzarsi di raggiungere un loro futuro obiettivo li aiuta a raggiungerlo.

Non essere creativi con i nomi. Chi ne ha uno comune e facile da pronunciare ha maggiori probabilità di essere assunto e avere successo.

Insegnare buone abitudini alimentari aiuta a concentrarsi e avere un'immagine positiva del proprio corpo.

  • shares
  • +1
  • Mail