Bambola ritirata da mercato per presenza di sostanze tossiche

Ritirata la Bambola Vogue Gir per rischio chimico a causa di presenza oltre al consentito di ftalati.

Un altro prodotto è stato ritirato dal mercato. A decretarlo il Ministero della Salute per rischio chimico. La protagonista di questa vicenda è la Bambola Vogue Girl, prodotta in Cina che è stata ritirata dal mercato per la presenza oltre il limite consentito di ftalati che possono causare danni al sistema riproduttivo.

È stato identificato un lotto: controllate dunque se avere in casa la bambola con il numero 1702141711, codice a barre 8033765728607, modello 738. La bambola è venduta in scatola di cartone. Gli articoli interessati sono stati sottoposti a divieto di commercializzazione, ritiro e richiamo.

Le analisi effettuate hanno evidenziato un rischio chimico: possibili danni al sistema riproduttivo causati dalla presenza di ftalati. Le analisi realizzate dal Laboratorio UOOML di Desio e da quelle effettuate in seguito dall’ISS hanno riscontrato la non conformità ai requisiti del decreto legislativo 11 aprile 2011 n 54 (recepimento Direttiva sicurezza giocattoli) relativamente al limite di Dibutil ftalato (DBP) e del di (2-etil) ftalato (DEHP). Il Ministero, nel documento diffuso, spiega:

Gli ftalati sono noti per gli effetti tossici sia sugli organi riproduttivi e il loro utilizzo in Europa non è consentito a concentrazioni superiori allo 0,1%, né nei giocattoli né negli articoli destinati all’infanzia.

  • shares
  • +1
  • Mail