Nome del bambino, motivi per cui i genitori si pentono della scelta

Sono numerosi i genitori che si pentono dei nomi scelti per i loro figli. Quali sono le motivazioni più diffuse?

Nomi celtici maschili e femminili

Il nome del bambino è un scelta importante. È l’etichetta che dovrà portare per tutta la vita, il biglietto da visita per ogni incontro, privato e professionale. Può essere quindi scelto semplicemente su un moto di passione, deve essere ragionato. Eppure, come capita spesso, quello che al momenti pare il nome perfetto dopo qualche anno non appare più bello come all’inizio. Sono moltissimi i genitori che si pentono. Come mai?

È troppo di moda. L’originalità sembra essere fondamentale per le famiglie, ma i nomi vivono di moda e spesso sono tanti i bambini della medesima età che si chiamano nello stesso modo.
Ci si rende conto di essere stati influenzati: tutti hanno un’opinione, tutti hanno un consiglio da dare o una battuta da fare. Il povero genitore non riesce a scegliere in serenità!

Non piace più. I gusti cambiano. Il 5 percento dei genitori finisce per chiamare il proprio figlio con un nome diverso da quello sul suo certificato di nascita perché non lo ama più. E il 14% ha dichiarato di aver persino pensato di cambiare ufficialmente il nome del proprio figlio.

È difficile da scrivere e pronunciare.

Qualcuno con lo stesso nome è diventato famoso: un genitore su dieci ha ammesso di aver cominciato a rimpiangere il nome del suo bambino dopo che qualcuno con lo stesso nome è diventato famoso. Un esempio? Donald è in cima alla classifica a causa del presidente americano.

Una celebrità ha chiamato suo figlio con lo stesso nome: Un genitore su 10 ha riferito di non gradire più il nome del proprio figlio perché una celebrità ha scelto lo stesso nome per il figlio. L’esempio più celebre: George, a causa del principino.

Stona con il cognome. Molti genitori non fanno attenzione al cognome quando scelgono il nome e solo in un secondo momento si accorgono di quanto possa essere imbarazzante l’accoppiata. Ricordiamo il famoso Dario Lampa, che poi diventa Lampa Dario.

  • shares
  • Mail