Leggere ai bambini tutti i giorni: in prima elementare hanno ascoltato 1 milione di parole in più

Un 1 milione di parole in più in prima elementare per i bambini che sono abituati alla lettura.

Libri tattili per neonati

Leggere è importante, anzi fondamentale, per una crescita armoniosa, per lo sviluppo del linguaggio e per stimolare la fantasia. Non è tutto. Secondo il gruppo di ricerca dell’Ohio State University, che ha coniato l’espressione million word gap, se non si legge mai i bambini arriveranno a scuola che avranno ascoltato solo 4.600. insomma, il gap delle parole potrebbe avere un impatto anche sulla loro educazione.

Bisogna iniziare a leggere ai bambini già da piccolissimi: l’ascolto delle storie è fondamentale per sviluppare il vocabolario. La ricetta perfetta sono 5 libretti al giorno in età prescolare (ovvero nei primi 5 anni di vita). In questo modo i bambini arrivano in prima elementare che hanno ascoltato 1,5 milioni di vocaboli in più. Se fosse anche uno solo, le parole in più sarebbero quasi 300mila.

Ovviamente la ricerca si basa sulla lingua inglese, ma potrebbe riguardare l’America come l’Italia. A confermarlo sono i dati dell’ultimo rapporto dell’Associazione italiana editori la letteratura per bambini e ragazzi è in crescita, in particolare quella per ragazzi fa registrare un +13,7% dal 2016 al 2018. Leggere costa? Forse un po’ di fatica, perché l’acquisto dei libri non è necessario: è sufficiente rivolgersi alle biblioteche più vicine o magari scambiare i libri con altre mamma.

Non ti hanno la possibilità di leggere cinque libretti al dì (anche se il tempo richiesto non supera sicuramente i 45 minuti). Nel caso lo facciate 1 o 2 volte la settimana, sappiate che i vocaboli totali sono quasi 64mila, e da 3 a 5 volte a settimana arriviamo già a 169mila termini. Insomma, non male anche così.

Via | Wired

  • shares
  • Mail