Un robot per eliminare la paura della vaccinazione

Contro la paura c’è un nuovo robot, attualmente in fase di sperimentazione, ma che ha già dato ottimi risultati.

Quanta paura può fare la punturina del vaccino? Tantissima e non c’è diploma di coraggio (quello che spesso danno negli ospedali dopo il prelievo), che possa consolare. Eppure potrebbe esserci una nuova e interessante novità. È stato inventato un robot umanoide, dotato di intelligenza artificiale, che inserito nell’ambulatorio delle vaccinazioni potrebbe distrarre i piccoli.

Secondo gli esperti ha un "efficace potere antalgico-ansiolitico". Un metodo sperimentato nel centro di salute Tacito, di Terni, dell'Usl Umbria 2 e al centro di una ricerca condotta dalla dottoressa Marwa Larafa, neo-laureata in infermieristica dell'Università di Perugia, sviluppato dal laboratorio Prisca, Projects of intelligent robotics and advanced cognitive systems, dell'Ateneo Federico II di Napoli.

L'utilizzo del robot ha permesso ai bambini di non concentrarsi sull'iniezione. Il gruppo sul quale è stato sperimento questo strumento - riferisce l'Usl - ha percepito meno dolore e angoscia rispetto a quelli che non avevano invece ricevuto alcun tipo di distrazione, se non il conforto verbale del genitore. Talvolta dunque la cosa fondamentale è distrarre il bambino.

Questo potrebbe essere il futuro e potrebbe rendere più facili le punturine, soprattutto nei bambini un po’ più grandi (dai 5/6 anni in poi).

  • shares
  • Mail