Buco nero, spiegazione per bambini

Buco nero, spiegazione per bambini: ecco le parole da usare per spiegare un concetto decisamente importante.

Buco nero, spiegazione per bambini

Buco nero, qual è la spiegazione per bambini migliore che possiamo dare loro? Di sicuro in questi giorni si parla molto di buchi neri, da quando la prima foto ufficiale è stata resa nota. Così come la foto di una delle ricercatrici a capo del progetto: Katie Bouman era visibilmente fiera del risultato ottenuto!

A scuola, ma anche a casa, la domanda cos'è un buco nero potrebbe essere la più gettonata di questi giorni. Come spiegare ai bambini questo concetto che fino a poco tempo fa era solo astratto, ma che era è stato decisamente confermato da questo scatto che sta facendo il giro del mondo?

Cos'è un buco nero

I buchi neri altro non sono che regioni di spazio dove c'è un'interazione gravitazionale così grande e così potente che ogni cosa che capita da quelle parti viene non solo attratta, ma anche catturata. Quando entra nel suo raggio di azione, ogni cosa rimane come incollata, non può più andare via. Niente può scappare dalla zona che circonda un buco nero. Dal quale non può provenire nessun segnale, diventando, per definizione, invisibile. Si chiama buco nero apposta. Perché il nome che gli è stato dato rappresenta proprio la sua essenza. Nemmeno i fotoni possono uscirne. Per questo non ha luce. Ed è nero.

Il primo a scoprire l'esistenza dei buchi neri è stato Albert Einstein, con la teoria della relatività. Ma cosa c'è dentro il buco nero? Non lo sappiamo ancora con certezza. È una regione di spazio-tempo nel quale non sappiamo cosa accade. Esperti dicono che potrebbero aprirsi universi paralleli. Altri sostengono che ogni corpo finito lì dentro finisce per suddividersi in tante particelle, per pressione e calore.

Foto Pixabay

Via | Scienzenaturali

  • shares
  • Mail