Gastroenterite nei bambini: come si cura e la dieta da seguire

Dolori di pancia e scariche continue. Potrebbero essere i sintomi che il vostro bambino ha preso la gastroenterite virale.

Non c’è inverno che l’influenza intestinale non colpisca. I luoghi dove le epidemie sono ovviamente più gravi sono gli asili, i nidi e le scuole. La gastroenterite virale colpisce bambini di tutte le età e miete vittime anche tra gli adulti, ma quelli maggiormente a rischio sono i neonati, che possono purtroppo disidratarsi molto più facilmente.

Come si manifesta? Può iniziare con dei crampi addominali, la nausea accompagnata da vomito, febbre alta e diarrea. Nei bambini, la prima causa è il rotavirus, che mette a dura prova i piccoli con meno di 5 anni, seguito dall’adenovirus che colpisce soprattutto i bambini con meno di 2 anni. In linea di massima, questi virus si manifestano nello stesso modo. Come si possono curare? Prima di tutto il piccolo deve liberarsi.

Lasciate pure che si scarichi e non appesantite lo stomaco: se sta a digiuno per qualche ora non succede nulla. La seconda cosa da fare è obbligarlo a bere, possibilmente prodotti zuccherati, che gli diano un po’ di forza. In farmacia potete acquistare degli integratori, a base di sali, con un gusto gradevole. Il cibo può essere reintrodotto un po’ alla volta. Date la precedenza a pane e grissini ed evitate i grassi. Se il bambino è ancora allattato, ovviamente potete continuare a somministrarglielo (anche quello artificiale). Tra l’altro è un ottimo modo per contrastare la disidratazione.

Cosa fare se la febbre è alta? Il paracetamolo ovviamente è la strada principale, anche se con nausea e diarrea potrebbe essere difficile la somministrazione. Cercate quindi di tamponarlo con impacchi freschi, cambiate spesso l’aria negli ambienti e

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

0 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO