Insonnia del bebè: forse dipende dall'ambiente

yawnL’insonnia del bebè, quanti genitori la conoscono fin troppo bene per averne patito gli effetti collaterali: lunghe notti a passeggiare su e giù per casa con il pargolo urlante in braccio nel tentativo di calmarlo e farlo riaddormentare. I motivi possono essere tanti, ma c’è un fattore che a volte viene trascurato come l’ambiente in cui dorme il bambino.

Una ricerca recente pubblicata da Bebes y Embarazos spiega che in più del 50% dei casi di neonati con disturbi del sonno una delle cause si può attribuire al luogo in cui dormono i bambini inadeguato a conciliare il sonno. Inadatti a riprendere sonno anche il letto dei genitori o le braccia che li cullano disperatamente. Tutto inutile, quindi? Pare di sì, perché non è il modo più sano per far dormire i bambini.

Lo studio ha analizzato le condizioni del sonno dei bambini in circa 200 famiglie di diversa estrazione sociodemografica. I risultati hanno rivelato che quasi il 5% dei bambini di sei mesi dorme nel letto con i genitori, percentuale che sale quasi al 9% nel caso di bambini fino a 15 mesi. Questo dimostra che i genitori non insegnano ai più piccoli le più corrette abitudini legate al momento della nanna.

Foto | Flickr

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: