I videogiochi sono spesso trattati con diffidenza o terrore dai genitori nel momento in cui ragionano sulla possibile assuefazione che possono indurre nei propri figli. Da genitore e grande video-giocatore sono quindi intrappolato tra due forze opposte che mi spingono a tenere lontani i bimbi da TV e videogames e contemporaneamente mi attraggono verso ogni novità del settore.

Recentemente è apparsa in casa una Nintendo Wii e devo dire che ho apprezzato con piacere la novità del metodo di controllo basato su un telecomando da impugnare per eseguire le azioni ed i movimenti. Insieme alla consolle viene fornito il gioco WiiSports che contiene il Tennis, il Bowling, la Boxe, il Baseball ed il Golf, tutti utilizzabili anche in più giocatori e tutti estremamente semplici e “fisici”. I bimbi apprezzeranno la possibilità di partecipare senza dove imparare nulla, dal momento che basta mimare i movimento dello sport corrispondente tenendo il telecomando in mano (occhio a stringere bene il laccetto!).

Da genitore ho apprezzato la possibilità di condividere con la famiglia i momenti di gioco grazie alla modalità multigiocatore ottimamente realizzata, oltre alla possibilità di svolgere un’attività ludica senza stare fermo per ore davanti alla TV ma al contrario dimenandosi e faticando per vincere. Certo, poi bisogna imporre dei tempi di gioco oltre i quali spegnere ed essere categorici nel rispettarli, ma nell’ottica del gioco in famiglia, specialmente nelle giornate invernali, la Wii è sicuramente un bel passo avanti.

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Giochi Leggi tutto