Così come Babbo Natale è il simbolo del Natale, l’allegro coniglietto che saltella tenendo sottobraccio un cestino pieno di uova colorate è la quintessenza della Pasqua negli Stati Uniti e nei paesi dell’Europa settentrionale.

In origine il coniglietto pasquale fu probabilmente associato alla festa pagana dell’Equinozio. I Sassoni dedicavano il mese di Aprile alla celebrazione della divinità della primavera e della fertilità chiamata non a caso Pasqua. Le uova colorate portate dai coniglietti pasquali hanno origini ancora più lontane. Le uova sono sempre state associate ai festeggiamenti per la fertilità e la primavera. Anche gli antichi Romani e i Greci utilizzavano le uova nei festeggiamenti per la Resurrezione di Gesù.

Da queste antichi origini si arriva ad oggi quando i bambini americani gioiscono alla vista del coniglietto e del suo variopinto cestino pieno di uova colorate. E proprio il cestino porta-uova è un tipico regalo che i genitori o i nonni fanno ai bambini per la Pasqua nei paesi in cui esiste la tradizione della caccia alle uova. Cestini che si trovano in commercio e che sono davvero deliziosi pieni come sono di erba e doni di vario tipo come giocattoli in miniatura e caramelle zuccherose.

Ma, invece, di acquistarli già fatti potremmo provare a realizzarne noi risparmiando soldi e creando qualcosa di davvero unico per i nostri bambini. Per prima cosa, liberiamo la nostra fantasia. È vero che i cestini in vimini intrecciato sono deliziosi, ma sono anche così classici e scontati.

Se la bambina a cui dobbiamo regalarlo ha già 4-5 anni potremmo creare qualcosa utilizzando i vasetti in cui si tengono i sali da bagno. Dentro potremmo metterci uno shampoo, delle mollettine colorate e un lucidalabbra. Se si tratta di un maschietto o di una femminuccia meno vanitosa, invece, potremmo optare per un secchiello da mare in cui potremo mettere dei giochi da fare all’aperto come le bolle di sapone, un asciugamano da mare e dei gessetti colorati per disegnare sui marciapiedi il gioco della settimana.

Per gli irriducibili del cestino, è possibile costruirne uno in casa. Basta non buttare via il cestino di plastica in cui sono venduti i pomodori o i funghi, lavarlo e asciugarlo bene e poi rivestirlo all’interno e all’esterno con nastri o strisce di carta colorate da incollare bene alla superficie con una colla adatta.

Sbizzarriamoci anche sulle cose da mettere all’interno. Non è detto che dobbiamo mettere per forza giochini e cioccolatini come vuole la tradizione. Pensiamo piuttosto al bimbo a cui vogliamo regalarlo e a ciò che può fargli più piacere.

Per esempio, avete appena iscritto vostra figlia ad un corso di danza? Mettete nel suo cestino delle nuove scarpette da ballo e delle mollette delicate e trasparenti con cui poter fare lo chignon. Al vostro piccolo piace disegnare, cogliamo l’occasione per regalargli delle nuove matite o dei pennarelli. Insomma, sfruttiamo l’occasione per dire al nostro piccolo che siamo attente e sappiamo bene cosa gli piace. Lo apprezzeranno molto e se lo ricorderanno sempre!

Via | Holidays.net
Foto | Flickr

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Giochi Leggi tutto