Bambini in sovrappeso e merendine

snacks Sono appena rientrata dal supermercato: sembrava di essere al luna park. Sì, perchè pare che il passatempo preferito delle famiglie italiane sia proprio quello di trastullarsi nei centri commerciali! Ma questa è un'altra storia.

Ora volevo soffermarmi sui carrelli strapieni di prodotti industriali e merendine superfarcite che ho visto in giro. Per carità, anch'io sono una mamma in carriera che va sempre di corsa e forse - quando mio figlio avrà l'età per queste cose - farò ricorso anch'io ai prodotti già pronti. Però, oggi mi ha messo tristezza questa corsa alla confezione più colorata e golosa.

Dentro ciascuna di quelle confezioni ci sono tante sostanze che forse tante mamme ignorano: grassi idrogenati, conservanti, coloranti, aromatizzanti e additivi potenzialmente dannosi. Qualche esempio concreto? Avete presente l'aroma di fragola? Viene realizzato con ben 48 ingredienti chimici!

Questo spiega, per esempio, come mai anche in Italia sia tanto aumentata l'obesità infantile. Nel nostro paese, i bambini sovrappeso sono il 24%, quelli obesi il 4%. La Campania detiene il record dei bambini extra-large con il 36%, mentre la regione con la percentuale più bassa, 14%, è la Valle d'Aosta.

Più che comprensibili le ragioni addotte dai genitori: nella maggior parte dei casi, si tratta di coppie in cui lavorano entrambi e spesso anche per l'intera giornata. Non c'è tempo, quindi, nè per preparare merende casalinghe, tipo pane e marmellata e tantomeno per torte o dolcetti come facevano le nostre mamme.

E allora, che fare? Intanto, riempiamo con meno leggerezza i carrelli e poi impariamo a leggere le etichette per non lasciarci ingannare né dalle confezioni nè dai messaggi pubblicitari. Quindi, se vediamo una merindina pubblicizzata come alimento che contiene "più latte e meno cacao", non fidiamoci sulla parola, ma controlliamo in etichetta gli ingredienti non tanto per vedere se è vero che c'è meno cacao, ma soprattutto per verificare quanto calcio c'è davvero in quella merendina, perchè per la crescita dei nostri figli non è importante soltanto evitare i grassi, ma garantirgli i nutrienti necessari.

Via | Periscope project
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail