I bambini nati prematuri poco dopo le 26 settimane e che sopravvivono grazie all’incubatrice hanno un rischio maggiore di soffrire di problemi fisici e mentali. Ormai la medicina ha fatto molti progressi ed è in grado di garantire la sopravvivenza di bambini che nascono addirittura prima di 24-25 settimane.

Questa è senz’altro una buona notizia, ma c’è il rovescio della medaglia e cioè che poi questi saranno con molta probabilità bambini che avranno difficoltà di vario tipo: dal non riuscire a camminare bene alle difficoltà di apprendimento che renderano necessari degli interventi nelle fasi di scolarizzazione.

In base ai dati dello studio EPICure realizzato in Gran Bretagna, i bambini prematuri hanno iniziato a mostrare difficoltà di apprendimento intorno agli 11 anni. In particolare, 2/3 hanno avuto problemi comportamentali e di apprendimento che hanno richiesto un supporto scolastico, mentre per il 13% di questi bambini è stato necessaria l’iscrizione a delle scuole speciali.

Via | The Indipendent
Foto | Flickr

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Gravidanza Leggi tutto