Fare da madrina ad un battesimo: frasi d'auguri, il regalo e i requisiti

come fare la madrina battesimo

Fare da madrina ad un battesimo inizia tutto con una scelta, la scelta dei genitori del nuovo arrivato al mondo, di farci partecipare al suo benvenuto alla vita. Se siamo state scelte quindi, siamo considerate importanti, non solo parenti ma fidate amiche, e il neopapà e la neomamma sono sicuro che ameremo il bambino e saremo presenti nel suo percorso di crescita. Questa premessa per dire che fare da madrina è un evento importante e speciale.

Che requisiti dovremmo avere? Quali i regali da fare? E i biglietti d'auguri? La frase per gli auguri è da ricercare con cura, un consiglio può essere quello di citare una frase particolarmente profonda e significativa per noi, che possiamo estrarre dalla Bibbia, da un libro o dalla poesia preferita, meglio se scritta a mano, con una bella calligrafia in corsivo diventa ancora più intima e personale, e attenzione anche alla carta da lettera o al biglietto d'auguri, va ricercato con calma per non sembrare di averlo creato in fretta e furia.

Per il regalo spazio libero alla fantasia, la tradizione voleva ciondoli, braccialettini o catenine d'oro ma non è più seguita da tutti, e dato i tantissimi oggetti che servono con l'arrivo del bebè, una domanda ai genitori è sempre gradita. Importante però se il pacco è grande farlo recapitare prima alla famiglia per non causare ingombri durante il giorno della cerimonia. I requisiti, non sono una regola generale, alcuni preti fanno delle eccezioni, ma in linea di massima la madrina deve essere battezzata e a volte non divorziata, ma per queste informazioni è sempre meglio rivolgersi direttamente alla chiesa in cui si terrà il battesimo. Fondamentale è sentirsi comode con l'idea, perchè è una responsabilità e un impegno che va portato avanti con gioia e amore.

Foto| Flickr

  • shares
  • Mail