Vi ricordate ancora qualcosa del parto e soprattutto del travaglio? Oppure come raccontano molte mamme avete dimenticato tutto tante che vi sentite pronte per affrontare una seconda gravidanza? Io ricordo ancora tante cose, ma avendo fatto il parto cesareo non ho avuto il travaglio che pare sia proprio il momento più intenso.

Chi di voi è in dolce attesa potrà forse essere interessata a sapere che la durata del travaglio è in genere più lunga (12-14 ore circa) quando la gestante è una primipara, altrimenti non supera le 7 ore. In genere meno intense sono le contrazioni, maggiore è la durata del travaglio. Un travaglio molto rapido, invece, comincia con contrazioni lunghe e lente che si protraggono fino al termine.

E’ proprio questo lento e intenso dolore prolungato quello che molte mamme dimenticano rendendo così possibile la nascita di altri bambini! In effetti, per circa la metà delle donne che affrontano un parto il ricordo dell’intensità del dolore del travaglio si sbiadisce nel tempo fortunatamente. Ora, però, un nuovo studio sembra dimostrare che per alcune donne ciò non accade. Non solo: in una minoranza di casi il ricordo del dolore sembra addirittura intensificarsi con il tempo.

Nel complesso, il ricordo del dolore del parto è influenzato dalla soddisfazione della paziente riguardo la propria esperienza con il travaglio. Le donne sottoposte ad anestesia epidurale tendono, inoltre, a ricordare il dolore come più intenso rispetto a quelle che non vi sono state sottoposte. Con l’epidurale, però, si verifica anche un declino del ricordo del dolore nel tempo.

Via | Journal of Obstetricians and Gynaecologists
Foto | Flickr

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Gravidanza Leggi tutto