Essere donna essere mamma: quando manca il desiderio di avere figli

Pancione decorato con un nastroPrendo spunto dal recente articolo di Pinkblog, per affrontare una questione che mi sta davvero a cuore: è la maternità che rende una donna completa?

Personalmente credo di no. La donna, come qualsiasi altro essere umano, non è assolutamente riconducibile ad una sola dimensione. Di sicuro non possiamo fare a meno di sentire quanto la maternità ci appartenga. Ma decidere poi di sfruttare o meno questo potenziale, è un altro discorso.

Spesso la nostra decisione di non avere figli o più semplicemente una presa di posizione sull'argomento, generano imbarazzo in chi ci conosce o ci ascolta. Pensano che tu sia egoista o piena di problemi o senza l'uomo giusto. Triste che spesso siano proprio le altre donne a non accettare questa scelta, come se decidendo di rinunciare alla maternità mettessimo in crisi tutto il loro mondo. E forse è davvero così.

Faccio sempre molta fatica a far comprendere alle altre persone, che la nascita di mia figlia non mi ha resa più donna di prima. Credo che questo, per la mia piccola, sia anche un bene: non la sto usando per realizzarmi o per prendermi un posto in società.

Allo stesso modo, però, non posso ignorare che la maternità sia per molte donne estremamente più gratificante di quanto lo sia per me e ovviamente va bene così. L’importante è non stigmatizzare né chi desidera una famiglia numerosa né chi farebbe a meno dei figli. Voi come vi sentite a riguardo?

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail