Macchie sul viso in gravidanza: le cause e la prevenzione

Le macchie scure che compaiono sul viso durante la gravidanza si chiamano cloasma gravidico, e hanno una causa ormonale. Vediamo come prevenirle

La comparsa di macchie scure sul viso è un fenomeno piuttosto comune tra le donne in gravidanza, che prende il nome di cloasma gravidico, o maschera gravidica, o melasma. Come per molti altri sintomi e disturbi tipici della dolce attesa, anche questo inestetismo lo "dobbiamo" agli ormoni, in particolare prolattina (prodotta dall'ipofisi), progesterone ed estrogeni (prodotti dalle ovaie).

Si verifica più facilmente nelle donne con carnagione mediterranea, più che non nelle nordiche, perché l'azione ormonale induce una anomala produzione di melanina che è già più presente in chi abbia un fototipo scuro.
Macchie-scure-gravidanza

In pratica gli ormoni producono una fotosensibilizzazione con comparsa di macchie di melanina nelle zone più esposte ai raggi UV del sole, come gli zigomi, la fronte, il naso. Come evitare il problema? Ebbene, proteggendo la pelle adeguatamente fin dall'inizio della gravidanza, e non solo quando ci si espone al sole.

Anche una donna che affronti la sua gravidanza nei mesi invernali, infatti, non è del tutto al riparo dal cloasma gravidico. La prima cosa da fare è acquistare una buona crema per il viso con fattore di protezione abbastanza elevato (almeno 20) da applicare sulla pelle pulita ogni giorno, come base.

Anche la scelta dei cosmetici deve orientarsi verso prodotti che abbiano anche un filtro solare, ad esempio il fondotinta o la BB Cream. Nelle giornate di sole, quando si sta molto all'aperto, esposte alla luce diretta dei raggi UV (non necessariamente al mare, ma anche in città), meglio proteggere la cute con una buona crema solare con un fattore di protezione molto alto, e mai (MAI!), ricorrere ai lettini e alle docce solari per abbronzarsi.

Durante la gravidanza, almeno una volta alla settimana, poi, procedete ad un delicato peeling della pelle del volto, usando prodotti di buona qualità (meglio se bio) ed efficaci, in modo da stimolare il rinnovamento cellulare e purificare la cute.

Se, poi, nonostante tutte le vostre cautele, la maschera gravidica dovesse comunque affiorare sul vostro viso, dopo la nascita del bambino potreste affidarvi ad un bravo dermatologo per sottoporvi a trattamenti schiarenti e peeling con l'acido glicolico. Tra i rimedi naturali, poi, ci sono le maschere schiarenti a base di limone e latte. Ad ogni modo, in questi casi prevenire è decisamente meglio che curare.

Foto| via Pinterest

  • shares
  • Mail