Quale bambino non ha mai sognato di ricevere un elogio per il disordine della propria cameretta e il frastuono durante i giochi con i fratellini? Nel paese all’incontrario, che si chiama proprio Oirartnoc, succede questo e anche di più, perché va tutto alla rovescia e le mamme gridano ai pargoli di mettere tutto bene in disordine prima di andare a dormire, di fare rumore disturbando i vicini, di rimanere in acqua a lungo mentre si fa il bagno e via dicendo.

Tutti i divieti e gli obblighi dei piccoli trasformati nella loro più sfrenata fantasia: che non esistano o che siano addirittura sovvertiti. È un libro di storie divertenti per bambini, nell’intenzione delle autrici Nicoletta Costa e Vivian Lamarque, ma anche per i genitori, perché riflettano su quanti divieti imponiamo spesso ai nostri figli e sul modo migliore di farglieli rispettare e di renderglieli meno sgradevoli.

D’altronde se la neve può cadere anche all’insù, c’è qualcosa di impossibile? Io, che non sono ancora mamma ma che sono stata bambina, l’ho trovato adorabile e mi sono chiesta se sarò severa nel proibire ai miei bambini di guardare troppa tv ricordandomi di questo paese dove sono invece i televisorini che vengono sgridati perché guardano i bambini.

Vivian Lamarque e Nicoletta Costa, Mettete subito in disordine! Storielle al contrario, Einaudi Ragazzi, € 8,50.

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Cronaca Leggi tutto