Il Risveglio musicale di Alain Carré per fare musica fin da piccolissimi

Stavo cercando qualche attività da far fare a mia figlia che ama molto la musica, ma che è ancora troppo piccola per un vero corso, quando ho scoperto il metodo del Risveglio musicale che mi ha subito conquistata per il suo approccio giocoso alla musica e che si può iniziare fin da piccolissimi, già dai 18 mesi!Infatti prima di arrivare a suonare nel vero senso della parola, i bambini possono manipolare i vari strumenti, mescolarne i suoni e poi, nel tempo, scegliere lo strumento che preferiscono, sempre però in una dimensione di gioco.

Il percorso del Risveglio musicale si rivolge anche ai disabili e agli anziani malati di Alzheimer per aiutarli grazie alla musica. Il metodo del ci arriva da Alain Carré un musicoterapeuta francese, che ha pubblicato due libri tradotti in italiano:Metodologie e strategie del Risveglio Musicale e Quando la musica parla al silenzio. Insomma, i bambini si divertono giocando con gli strumenti, cantando e ballando, sempre però sotto la guida di un esperto formato proprio per lavorare con loro e con la partecipazione della mamma o del papà, che possono sfogare la propria musicalità, tornando un po’ bambini anche loro e senza temere stonature.

Ho convinto un’amica a provare e i nostri bambini ne sono rimasti entusiasti! Com’è l’approccio dei vostri bambini alla musica?

Via | cirmac.org
Foto| Flickr

  • shares
  • Mail