Bambini che picchiano, bambine che urlano: come litigano i bambini

Guardare i bambini che litigano è molto istruttivo, almeno per me che sono fissata con la cultura e l'educazione. Ero davvero convinta che noi donne litigassimo diversamente dagli uomini anche per questioni culturali. L'altro giorno, però, ho assistito ad una serie di combattimenti che mi hanno fatto cambiare idea.

Prima la Ben, tre anni, ha cominciato a litigare con una sua omonima per il possesso di una bici e per il diritto di portare a spasso il cagnolino dei vicini (vittima dolcissima e consenziente di tutti i minori della strada in cui abito). Urlavano, piangevano, tiravano manubrio e guinzaglio contemporaneamente, chiamavano "mammaaaaaaaa" ogni due secondi. Ho persino sorpreso mia figlia a provocare a bassa voce l'altra: ora il cane ce l'ho io, vedi. Sussurrava quasi, mentre l'altra Ben urlava offesa nell'orgoglio. Sono andate avanti per più di un'ora.

Intanto, sono arrivati due amichetti della stessa età, insieme alle loro mamme. Anche in quel caso uno dei due aveva la bici e l'altro no. Si sono guardati in cagnesco, poi quello senza bici ha tentato il furto, l'altro si è arrabbiato e in due secondi erano buttati nell'erba a prendersi a pugni. Pratico, ma meno stancante. Certo, poi ho scoperto che alcune mamme stipulano un'assicurazione per ripagare eventuali danni procurati a terzi dai loro piccoli (vedi anfora preziosa da quasi mille euro finita in mille pezzi) e sono stata contenta di avere una femminuccia urlatrice.

  • shares
  • Mail