Seguici su

Crescita

Cosa fare se non prende il ciuccio?

Se spesso i genitori sono preoccupati quando si tratta di togliere il ciuccio ai bambini (il video qui sotto ci dà dei suggerimenti su come fare), cosa succede, invece, quando il problema è l’esatto opposto? Come fare se non vuole il ciuccio?

[blogo-video provider_video_id=”xueVsORkKLE” provider=”youtube” title=”Togliere il ciuccio ai bambini – Le chicche di Tata Simona” thumb=”” url=”http://www.youtube.com/watch?v=xueVsORkKLE”]

Come fare se il neonato non prende il ciuccio? Spesso il cruccio dei genitori riguarda il momento delicato che si presenta quando è necessario togliere il ciuccio ai bambini. Ma talvolta mamma e papà preferirebbero che il loro piccolo prendesse il ciuccio, al posto magari di succhiarsi il pollice o di avere sempre bisogno di una dondolata o altro per potersi addormentare. Per esperienza personale, però, vi posso assicurare che se un bambino non vuole il ciuccio, non ci sono tanti modi per poterlo convincere.

Se da un lato ci sono esperti che invitano i genitori ad evitare di usare il ciuccio, perché a lungo andare potrebbe provocare danni al palato dei neonati (anche se i ciucci di nuova generazione vengono creati con forme e materiali che cercano di ovviare al problema), dall’altro altri esperti sottolineano che nel primo anno di vita e innocuo e, anzi, potrebbe far diminuire il rischio di morte nella culla del neonato.

Il ciuccio, del resto, rimane un utile strumento per insegnare al bambino a calmarsi e addormentarsi da solo: al pari del pollice, di solito aiuta il piccolo a tranquillizzarsi e spesso anche a fare la nanna, dal momento che innesca il riflesso della suzione, “imitando” il gesto della suzione al seno. Ma se il piccolo non ne vuole sapere di avere quell’oggetto estraneo in bocca, come possiamo fare?

Ovviamente possiamo provare a proporglielo più volte, magari cambiando modello: non cercate scorciatoie intingendo il succhiotto nel miele o nello zucchero (pratica da evitare per non incappare in problemi di salute anche gravi: il miele, poi, sotto i 12 mesi non va mai dato). Se non lo vuole potete optare per altre soluzioni: se nemmeno il suo pollice è gradito, provate con un lenzuolino, una copertina o i classici doudou. Chissà, magari riuscirà a trovare consolazione in un altro “oggetto di transizione”.

Foto | da Flickr di loungerie

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Leggi anche

Mamma e figlio che fanno i compiti a casa Mamma e figlio che fanno i compiti a casa
Scuola3 ore ago

La matematica a casa: rendere divertente l’apprendimento

Ecco qualche consiglio per rendere la matematica divertente e coinvolgente anche a casa. La matematica è spesso considerata una materia...

Bambina con occhiali da sole e orologio Bambina con occhiali da sole e orologio
Accessori23 ore ago

Guida alla scelta dell’orologio perfetto per il tuo bambino: analogico o digitale?

Regalare un orologio a un bambino è un gesto ricco di significato, un vero e proprio passo verso la crescita....

bambino in difficoltà mentre studia bambino in difficoltà mentre studia
Scuola2 giorni ago

Affrontare i problemi di linguaggio a scuola

In questo articolo esploreremo alcuni dei problemi di linguaggio e vedremo qualche consiglio per affrontarli. L’educazione è un diritto fondamentale...

bambini a lezione bambini a lezione
Scuola5 giorni ago

Strategie per migliorare la concentrazione a scuola

In questo articolo, esploreremo alcune delle strategie per migliorare la concentrazione a scuola. La concentrazione è una delle abilità fondamentali...

studentessa stressata studentessa stressata
Scuola1 settimana ago

Come gestire i malumori post-scuola

In questo articolo, esploreremo alcune strategie utili per affrontare i malumori post-scuola. I malumori post-scuola sono un fenomeno comune tra...

autostima dei bambini autostima dei bambini
Scuola1 settimana ago

Sviluppare l’autostima attraverso le attività scolastiche

Scopriamo quali sono le attività scolastiche che possono aiutare a migliorare l’autostima. L’autostima è un aspetto fondamentale per il benessere...

bambina che sorride guardando il mappamondo e tanti manichini uniti, concetto di inclusione bambina che sorride guardando il mappamondo e tanti manichini uniti, concetto di inclusione
Scuola2 settimane ago

Parlare di diversità e inclusione con i bambini

In questo articolo forniremo alcuni consigli utili per parlare di inclusione e diversità con i bambini. Parlare di diversità e...

Bambini bici zaino scuola parco Bambini bici zaino scuola parco
Crescita dei figli2 settimane ago

I molteplici benefici della bicicletta per lo sviluppo dei bambini

L’uso della bicicletta fin dai primi anni d’infanzia ha numerosi punti di forza, purché questa attività sia gestita in modo...

adhd adhd
Scuola2 settimane ago

Supportare i bambini con ADHD a scuola

Scopriamo cos’è l’ADHD e come aiutare i bambini a cui viene diagnosticata. L’ADHD, acronimo di Attention Deficit Hyperactivity Disorder, è...

studente universitario che dorme sui libri studente universitario che dorme sui libri
Scuola3 settimane ago

L’importanza del sonno per la prestazione scolastica

In questo articolo esploreremo l’importanza del sonno per la prestazione scolastica e forniremo alcuni consigli. Il sonno è un elemento...

bambino in difficoltà mentre studia bambino in difficoltà mentre studia
Scuola3 settimane ago

Sostegno per i bambini con difficoltà di apprendimento

I bambini con difficoltà di apprendimento possono affrontare sfide uniche nel loro percorso educativo. L’apprendimento è un processo fondamentale nella...

bambino e mamma che compilano il calendario bambino e mamma che compilano il calendario
Scuola4 settimane ago

Insegnare ai bambini l’importanza della puntualità e dell’organizzazione

La puntualità e l’organizzazione sono due abilità importanti, ecco qualche consiglio per insegnarle ai bambini. Insegnare ai bambini l’importanza della...