Scommetto che non ci avevate pensato o magari avete fatto finta di dimenticarvelo. Tuttavia, anche le nostre beneamate suocere sono mamme. Ho la certezza pressochè totale che mio marito non comprerà niente né per me né per sua madre (il che mi consola un po’) mentre altre mogli dovranno essere messe al secondo posto quel giorno, perché la mamma è sempre la mamma.

Mia nonna, stando ai racconti di famiglia, era una suocera buonissima e molto affettuosa. Le nuore non la chiamavano per nome, ma “mamma”, pur conservando il “lei” nella conversazione e quindi a maggio era quasi ovvio comprarle un regalo. Altrettanto ovvio era far finta che i suoi figli se ne fossero ricordati prima delle nuore. Pensandoci bene, in inglese suocera si dice mother in law, ovvero mamma per legge, brrr… (traduzione approssimativa).

Ora, noi che vogliamo fare? Noi che abbiamo suocere meno angeliche? Noi che abbiamo suocere lontane? Noi che diamo del tu alla genitrice di nostro marito, ma mai ci sogneremmo di chiamarla mamma? Per prima cosa dovremmo assicurarci che lui se lo ricordi, poi comprare o mandare fiori o un bigliettino al posto suo, infine telefonare per aggiungerci agli auguri. Onestamente non credo che farò nessuna di queste cose, visto che nella famiglia di mio marito non danno troppa importanza a questo genere di ricorrenze. Nel caso però lui si dovesse ricordare spontaneamente di chiamarla, gli darò l’elenco telefonico in testa se non riserva a me le medesime attenzioni.

Foto | Flickr

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Cronaca Leggi tutto