Il calendario della gravidanza dal concepimento al parto

calendario-gravidanza Il vostro desiderio è di aspettare un bambino? Prima di metterlo in cantiere c'è qualche formalità da espletare, e quando finalmente siete incinte, dopo una prima reazione alla novità condita da stupore e ansia di non farcela, dovete preoccuparvi della lista di cose da fare prima della nascita. E' utile organizzare il calendario della gravidanza dal concepimento al parto, un pro-memoria per ricordare i passi da seguire durante i nove mesi della gravidanza.

Esami preconcezionali
Prima di mettere in cantiere il pupetto, prendete appuntamento per gli esami preconcezionali per voi e il vostro compagno. Siete in salute, sì, ma è meglio farli, e controllare i risultati di entrambi presso il vostro ginecologo.

Test di gravidanza positivo
Prendete subito appuntamento dal ginecologo per conoscere le vostre condizioni e sapere la data presunta del parto. In teoria per calcolare la data bisogna aggiungere 9 mesi dopo 15 giorni dall'inizio dell'ultimo ciclo -ai miei tempi feci parecchia confusione-. E' meglio chiedere al medico.

Primi esami
Fatevi prescrivere dal ginecologo i primi esami, se non avete effettuato quelli preconcezionali.

Terzo mese
Il corpo inizia a cambiare, la pancia e il seno iniziano a crescere. Questo è il momento di decidere con il partner se è il caso di fare una diagnosi prenatale -come amniocentesi o villocentesi-.

Quarto mese
La fase con maggior rischio di aborti è superata, i fastidi dei mesi precedenti, come nausea o vomito, solitamente scompaiono.

Quinto mese
Avvertite i primi movimenti del feto. E' il momento di effettuare l'ecografia morfologica. Dalla ventesima settimana di gestazione è possibile iniziare un corso di ginnastica pre-parto.

Sesto mese
Organizzatevi e cercate online i vari corsi per la nascita o per il parto in acqua, se avete deciso che questa è la via.

Settimo mese
E' il momento dell’ecografia dell’accrescimento con cui si controlla la crescita del feto, e se la placenta lo nutre bene. È il momento di iniziare a pensare dove partorire se in struttura pubblica o privata. Fatevi consigliare, sui pro e i contro di ospedali e cliniche, da chi è già mamma.

Ottavo mese
E' il momemto delle analisi del sangue prima della visita anestesiologica -dalla 32esima settimana di gravidanza- anche per l'eventuale epidurale. Ricordate di portare la cartellina contenente tutti gli esami fatti, in ospedale o clinica al momento del travaglio. Preparate la valigia con indumenti per mamma e neonato, e mettetela in auto.

Nono mese
Ora serve solo aspettare il grande momento dell'arrivo del piccolo o piccola. Se tarda ad arrivare il vostro ginecologo vi consiglierà se fare o meno degli screening. Dopo l'ultimo controllo a 41 settimane e due giorni, il parto solitamente viene indotto.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail