Le cause del singhiozzo nei neonati e cosa fare per farlo passare

le cause del singhiozzo e come curarlo nei neonati

Il singhiozzo è molto frequente nei lattanti e nei neonati in generale, niente attacchi di panico o allarmismi, è un disturbo fastidioso è vero, ma quasi sempre innocuo. Ma andiamo dritte al punto, quali sono le cause del singhiozzo nei neonati e cosa fare per farlo passare? Il singhiozzo è dovuto ad un momentaneo malfunzionamento del diaframma, il muscolo respiratorio, che causa una contrazione involontaria e ripetuta del diaframma, il muscolo orizzontale che separa gli organi del torace da quelli dell’addome e che ha il compito di regolare la respirazione.

Ma perchè viene il singhiozzo? Le cause sono molteplici e molte volte naturali, non è quindi da considerarsi un disturbo, ma una reazione spontanea dell'organismo. Tante volte nei bambini è causato dal fatto di aver poppato, dal seno o dal biberon, troppo voracemente, e aver così involontariamente ingerito anche aria, ma il bambino può avere già avuto il singhiozzo nella vita intrauterina e per questo alcuni studiosi ritengono che sia un riflesso istintivo del neonato ( mi ricordo tante volte di avere sentito il singhiozzo del mio bimbo in pancia). In altri casi può essere causato da un repentino sbalzo di temperatura nell'ambiente, dopo il cambio del pannolino in un'altra stanza ad esempio, o dopo il bagnetto. infine sono più esposti alla comparsa ricorrente del singhiozzo i piccoli che hanno maggior facilità al rigurgito. ( continua dopo il salto)

Come prevenire il singhiozzo e come curarlo? Per prevenire il singhiozzo bisogna fare attenzione che il piccolo non ingurgiti troppa aria durante la poppata, staccandolo e facendolo riposare cambiando di seno, se allattate artificialmente attenzione al biberon, in commercio ce ne sono molti ultimamente anti-coliche ( quello della Mam è davvero magico), e van bene anche per cercare di evitare il singhiozzo. Per gli sbalzi di temperatura e la sensazione di freddo invece, l'ideale è cercare di mantenere in casa un microclima omogeneo in tutte le stanze, e lasciare coperto il pancino con un asciugamano o con il body.

Per alleviare il singhiozzo invece, si possono dare al bambino piccoli cucchiaini di acqua tiepida o riattacarlo al seno per dargli ancora un po' di latte, in questo modo il diaframma riuscirà a distendersi. Molti pediatri consigliano ancora il limone, anche se da tanti invece è sconsigliato perchè come sappiamo, anche nello svezzamento si introduce molto tardi perchè molto allergizzante, se si usa comunque il limone va diluito in acqua bollita lasciata intiepidire. Infine tenere il bambino dritto dopo che ha mangiato, può calmare il fastidioso sic, o ancora solleticare le narici per provocare uno starnuto nel piccolo, che fa passare immediatamente il singhiozzo.

Via| Pronto Soccorso di Giochi e Sorrisi
Foto| Flickr

  • shares
  • Mail