Seguici su

Cronaca

Psicosi ebola: bimba costretta a non tornare all’asilo dopo un viaggio in Uganda

La psicosi collettiva per il rischio ebola arriva nelle scuole italiane: una bimba rientrata da un viaggio in Uganda è stata costretta dai genitori dei compagni d’asilo a restare a casa per paura di un possibile contagio

Chanel ha solo 3 anni, ma ha già sperimentato sulla sua pelle cosa significhi sentirsi un potenziale “untore”. E’ quanto accade quando la paura di una malattia contagiosa e mortale, come l’ebola, diventa psicosi, e spinge a comportamenti del tutto irrazionali genitori troppo apprensivi.

La nostra Chanel, di rientro da un viaggio in Uganda con la famiglia, evidentemente aveva già in sé, solo per aver varcato i confini ed essere stata in una terra “infetta”, il marchio terribile della malattia, anche se la bimba stava (e sta) benissimo e del virus dell’ebola non reca traccia.

Ma le rassicurazioni del papà carabiniere, la verità inoppugnabile degli esami clinici tutti negativi, nulla possono contro il terrore irrazionale, primitivo, diremmo viscerale, che suscita in noi l’idea del possibile contagio da parte di un morbo letale.

La scuola materna statale “Porto romano” di Fiumicino, ovvero l’asilo frequentato da Chanel, è rimasto chiuso per la bimba, costretta, senza nessuna ragione medica, a restare in casa per oltre una settimana, prima che la Preside dell’istituto intervenisse e mediasse con le altre mamme. L’idea dei genitori dei compagni di Chanel, infatti, era quella di lasciare la bambina in quarantena per 21 giorni, ovvero i tempi di incubazione del virus.

Abbiamo passato giorni di angoscia. Eppure non c’era alcun motivo reale per poter solo immaginare qualche rischio, l’unica spiegazione è che venivamo dall’Africa. Ma l’Uganda non è un paese contagiato e comunque ho fatto fare alle mie figlie tutte le analisi necessarie a stabilire la loro totale buona salute. Non solo, ma mia figlia non ha avuto alcun sintomo particolare, né una febbre né un raffreddore. Ciò che è accaduto è pura follia…

Ha raccontato sconsolato il papà della bimba, Massimiliano, al giornale on-line In terris. L’uomo lavora spesso nei Paesi africani, e non avrebbe mai esposto le sue figlie (Chanel ha una sorella maggiore), a possibili rischi di contrarre l’ebola.

Eppure… tanto può la psicosi umana, più virulenta e crudele di qualunque germe patogeno. Tuttavia, i dirigenti scolastici minimizzano l’accaduto, sostenendo che in realtà solo poche mamme abbiano fatto ostracismo al rientro della piccola all’asilo, come spiega la Direttrice Lorella Iannelli:

La bambina è tornata in Italia il 14 ottobre. Abbiamo chiamato il papà che ha portato un certificato medico, abbiamo anche chiamato il medico che in Uganda aveva visitato la bambina e ci siamo informati in aeroporto se l‘Uganda fosse un paese a rischio, scoprendo che non lo è. Il comportamento di alcuni genitori avrà offeso la mamma della bimba che in un primo momento aveva chiesto il nulla osta per un trasferimento e che la figlia cambiasse sezione. Ipotesi poi rientrata. La bambina è rimasta a casa qualche giorno dal ritorno in Italia: probabilmente per cortesia da parte della famiglia o perché era stanca del viaggio. Comunque lunedì scorso è rientrata a scuola senza nessun problema da parte dei genitori dei suoi compagni di classe. Non ho avuto nessuna segnalazione da parte delle maestre, ciò mi induce a pensare che non ci siano state assenze ingiustificate

Caso chiuso e tutti soddisfatti. Fino al prossimo “untore”.
Foto| via Pinterest
Fonte| Repubblica.it

Leggi anche

Mamma e figlio che fanno i compiti a casa Mamma e figlio che fanno i compiti a casa
Scuola2 ore ago

La matematica a casa: rendere divertente l’apprendimento

Ecco qualche consiglio per rendere la matematica divertente e coinvolgente anche a casa. La matematica è spesso considerata una materia...

Bambina con occhiali da sole e orologio Bambina con occhiali da sole e orologio
Accessori22 ore ago

Guida alla scelta dell’orologio perfetto per il tuo bambino: analogico o digitale?

Regalare un orologio a un bambino è un gesto ricco di significato, un vero e proprio passo verso la crescita....

bambino in difficoltà mentre studia bambino in difficoltà mentre studia
Scuola2 giorni ago

Affrontare i problemi di linguaggio a scuola

In questo articolo esploreremo alcuni dei problemi di linguaggio e vedremo qualche consiglio per affrontarli. L’educazione è un diritto fondamentale...

bambini a lezione bambini a lezione
Scuola5 giorni ago

Strategie per migliorare la concentrazione a scuola

In questo articolo, esploreremo alcune delle strategie per migliorare la concentrazione a scuola. La concentrazione è una delle abilità fondamentali...

studentessa stressata studentessa stressata
Scuola1 settimana ago

Come gestire i malumori post-scuola

In questo articolo, esploreremo alcune strategie utili per affrontare i malumori post-scuola. I malumori post-scuola sono un fenomeno comune tra...

autostima dei bambini autostima dei bambini
Scuola1 settimana ago

Sviluppare l’autostima attraverso le attività scolastiche

Scopriamo quali sono le attività scolastiche che possono aiutare a migliorare l’autostima. L’autostima è un aspetto fondamentale per il benessere...

bambina che sorride guardando il mappamondo e tanti manichini uniti, concetto di inclusione bambina che sorride guardando il mappamondo e tanti manichini uniti, concetto di inclusione
Scuola2 settimane ago

Parlare di diversità e inclusione con i bambini

In questo articolo forniremo alcuni consigli utili per parlare di inclusione e diversità con i bambini. Parlare di diversità e...

Bambini bici zaino scuola parco Bambini bici zaino scuola parco
Crescita dei figli2 settimane ago

I molteplici benefici della bicicletta per lo sviluppo dei bambini

L’uso della bicicletta fin dai primi anni d’infanzia ha numerosi punti di forza, purché questa attività sia gestita in modo...

adhd adhd
Scuola2 settimane ago

Supportare i bambini con ADHD a scuola

Scopriamo cos’è l’ADHD e come aiutare i bambini a cui viene diagnosticata. L’ADHD, acronimo di Attention Deficit Hyperactivity Disorder, è...

studente universitario che dorme sui libri studente universitario che dorme sui libri
Scuola3 settimane ago

L’importanza del sonno per la prestazione scolastica

In questo articolo esploreremo l’importanza del sonno per la prestazione scolastica e forniremo alcuni consigli. Il sonno è un elemento...

bambino in difficoltà mentre studia bambino in difficoltà mentre studia
Scuola3 settimane ago

Sostegno per i bambini con difficoltà di apprendimento

I bambini con difficoltà di apprendimento possono affrontare sfide uniche nel loro percorso educativo. L’apprendimento è un processo fondamentale nella...

bambino e mamma che compilano il calendario bambino e mamma che compilano il calendario
Scuola4 settimane ago

Insegnare ai bambini l’importanza della puntualità e dell’organizzazione

La puntualità e l’organizzazione sono due abilità importanti, ecco qualche consiglio per insegnarle ai bambini. Insegnare ai bambini l’importanza della...