Quali sono le creme solari migliori per bambini?

creme solari bambini

Dopo aver visto insieme quali sono gli accorgimenti e le precauzioni per prendere il sole in gravidanza in tutta tranquillità, vediamo insieme invece quali sono le creme solari migliori per bambini. I nostri cuccioli si sa, hanno la pelle delicatissima, e il sole è forte come mai in questi anni, per questo abbiamo bisogno di prodotti sicuri e validi, e che offrono una protezione alta e sopratutto duratura. I bambini al mare non stanno fermi un attimo, gli piace soprattutto sguazzare il più possibile nell'acqua, per questo la nostra crema deve essere una barriera resistente e non scivolare via al primo bagno.

I prodotti solari in commercio sono un'infinità, ma non lasciatevi ingannare, non sono solo quelli più costosi ad essere anche i più efficienti. Prima di tutto, che protezione dobbiamo scegliere? Ovviamente quelli con i fattori fp o spf più alti, quelle ideali sono le 50+, protezioni molto alte. Leggete con attenzione tutti i dettagli del prodotto, l'Unione Europea infatti prevede che la protezione non sia solo per i raggi UVB, quelli che causano scottature ed eritemi ma anche UVA, e i due devono essere perfettamente bilanciati ( i secondi devono essere almeno un terzo dei primi).

Le creme si dividono infine in quelle a filtri fisici come il biossido di titanio e l'ossido di zinco, questi filtri sono perfetti per le pelle più sensibili, perchè altamente tollerati. Ma le creme con soli filtri fisici potrebbero non essere abbastanza protettive quindi le migliori son quelle che mixano i filtri fisici ad alcuni filtri chimici positivi. Per i filtri chimici la questione è spinosa, vi dico solo che i meno pericolosi son quelli a base di Octisalate, Octocrylene e Homosalate.

Per i prodotti delle varie marche nello specifico vi rimando al sito di Guida Mamma, che ha realizzato dei test specifici e ha stilato una classifica con tanto di voto, in cui rientrano tra le tante, Mustela, Aveeno, Fissan e Babygella. Ma potete anche chiedere consiglio al vostro farmacista o al pediatra di fiducia. Una mia dritta invece è di scegliere una versione in spray, ho già fatto l'atroce esperienza di lottare con il mio piccolo terremoto per spalmare la crema di consistenza pastosa, un'impresa fallita miseramente, e con il risultato di farlo bazzicare sulla spiaggia come quei turisti che vediamo sul bagnasciuga tutti bianchi di lozioni. Lo spray è da applicare la prima volta trenta minuti prima dell'esposizione al sole e poi dopo ogni bagnetto.

Foto| Flickr

  • shares
  • Mail