Conoscere i sintomi dell'ovulazione per controllare una gravidanza

ovulazione sintomi

Inizia ad affiorare nei vostri desideri un altro bebè o forse il primo? Conoscere i sintomi dell'ovulazione per controllare una gravidanza, è un ottimo metodo per individuare approssimativamente il periodo fertile. Certo per prima cosa dovete capire se il vostro ciclo è regolare e per questo vi rimando ad un utilissimo articolo delle nostre colleghe di Pinkblog. Per individuare i giorni fertili dobbiamo stare in allerta ed ascoltare i segnali che il nostro corpo ci invia, alcuni anticipano l’imminente ovulazione, mentre altri indicano l’avvenuta ovulazione.

Alcuni tra i sintomi possono essere l'aumento repentino del desiderio sessuale, e qui la natura ci aiuta e anche se pur sempre non è certezza che siamo nel periodo dell'ovulazione, se questo è associato ad altri segnali si può prendere in considerazione. Altri segnali, tra i quali il più importante è il cambiamento della consistenza del muco vaginale, che nei periodi lontani a quello fertile può essere assente o di lievissime quantità, mentre nel momento clou diventa più abbondante e di consistenza "a bianco d'uovo". Quando siamo vicine o già in fase di ovulazione possiamo inoltre avvertire un leggero dolore alle ovaie, ai reni, crampi addominali o anche avere delle perdite di sangue, molto minori di quelle mestruali.

Altri cambiamenti che avvengono nel nostro corpo sono la variazione della temperatura basale e la modifica della posizione della cervice, e ci sono due metodi per monitorare grazie a questi fattori l'ovulazione durante il mese; ovvero il primo consiste nel prendere ogni mattina la temperatura, senza ossessionarsi però, e quando questa si alza di mezzo grado siamo vicine al periodo fertile ( sempre da prendere con le pinze e associandolo ad altri sintomi) oppure per quelle che conoscono più a fondo il proprio corpo individuando il cambio della cervice ( potete consultare i dettagli qua). Un'altra differenza che possiamo avvertire è nel seno, che diventa più duro, gonfio e in certi casi dolorante.

Ma per fortuna ci aiutano anche la tecnologia e i progressi in medicina, e adesso abbiamo a disposizione degli ottimi kit per individuare il periodo fertile, tante donne con cui ho parlato e scambiato informazioni, raccomandano il test dell'ovulazione della ClearBlue, che individua l'ormone LH, presente già due giorni prima e costante due giorni dopo. Tutto ciò va eseguito sempre con moderazione, senza perdere la naturalezza del far l'amore, anche per non incappare in fastidiosi blocchi psicologici, che non aiutano nè il concepimento nè la coppia.

Foto| Flickr

  • shares
  • Mail