Dopo che l’Apple ha ufficialmente diramato le sue scuse per aver approvato la pubblicazione dell’applicazione Baby Shaker (dallo sviluppatore Sikalosoft) nel suo App Store, è giunta la lieta notizia. Il gioco trash è stato rimosso da iTunes Store, dove si poteva comprare a 99 centesimi di dollaro. Merito del coro di proteste sollevate su questo trastullo per adulti che hanno perso la pazienza. Quelli che, non volendo prendersela con i bambini altrui che non la smettono di frignare, si sfogano con un immaginario neonato chiuso dentro il telefonino.

Tanto le parole contro i poppanti sul display. Quanto la possibilità di “scuotere” il bimbo virtuale, fino a farlo tace, hanno oltrepassato tutti i limiti. Attenzione dunque: se vedete qualcuno che agita il proprio iPhone, ci potrebbe essere un bambino piangente (finto) sullo schermo. Prima che gli compaiano sugli occhi due croci rosse… fate qualcosa per salvarlo!

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Cronaca Leggi tutto