Crin Blanc: film per insegnare l'invidia e la superamicizia

Sognare, ridere o piangere: ai bambini dai 5 anni in su non resta che sedere in poltrona e gustarsi il film proposto da "La Lanterna Magica". Nato in Svizzera nel 1992, è il club di cinema più grande d'Europa. E forse è arrivato anche nella vostra città: a Roma, l'abbiamo dallo scorso autunno. Ospitato nel Cinema Atlantic una volta al mese, si osserva una regola: agli adulti è vietato l'ingresso.

A meno che mamma o papà siedano in ultima fila, qui uno staff di persone accoglie i pargoli e li segue per la durata della proiezione. Preceduta da una breve lezione su cosa e perchè andranno a vedere. E una messa in scena, breve, dov'è evidenziata la morale del film in proiezione. Chi si aspetta di veder Cenerentola o Bolt, Mostri contro Alieni o Peter Pan è fuori strada: lo scorso sabato ne abbiamo visti due, a confronto: "Crin Blanc" e "Il palloncino rosso" entrambe cortometraggi di Albert Lamorisse.

I miei figli, di 4 e 5 anni, sono rimasti affascinati e incantati soprattutto dal primo. In bianco e nero, quasi muto (qquelle poche parole erano in francese, e i miei pargoli non lo conoscono), girato nel 1953 in Camargue, regione paludosa della Francia, narrava la storia di Folco, bimbo di 10 anni che riesce ad addestrare l'indomabile stallone "Crin Blanc". Entrambi dicevano la stessa cosa: avere un superamico è bellissimo, ma bisogna fare attenzione all'invidia degli altri! Un dettaglio: non avrei mai immaginato che un film del genere potesse incantare e nello stesso tempo insegnare.

  • shares
  • Mail