Sesso e desiderio sessuale in gravidanza: domande frequenti e curiosità

Donna incinta in bikiniSi può fare sesso in gravidanza, se la gravidanza è regolare. Qualche precauzione è solitamente consigliata nel primo trimestre soprattutto se la futura mamma non è giovanissima. Queste le indicazioni di massima, poi tutto è soggettivo ed è sempre meglio, per qualsiasi domanda, rivolgersi al proprio ginecologo.

Parlando con le amiche o girando i siti che si occupano di questi temi ho scoperto che le domande di noi donne sono più o meno le stesse: se l'attività sessuale e le contrazioni uterine che ne derivano possono causare un aborto (no, non possono); se il bambino può essere traumatizzato, danneggiato dai movimenti del corpo (no, non può); se l'attività sessuale può accelerare il parto (sì, può e quindi viene consigliata se si supera la data prevista del parto).

In realtà, il vero problema, in gravidanza, non è tecnico, ma ormonale, psicologico ed emotivo. Innanzitutto, alcune donne provano un maggior desiderio sessuale in gravidanza, altre molto meno e questo indipendentemente da un eventuale stato di malessere generale (nausee o spossatezza).

Man mano che il corpo cambia, poi, la donna si percepisce a volte meno attraente, altre volte è invece il marito a non considerarla più come una donna ma già come una mamma (intoccabile, perciò). Ci sono ad esempio uomini che sono piuttosto impressionati dalla pancia, anche se magari non sanno spiegare perché. Ci sono anche donne talmente concentrate sulla gravidanza che dimenticano il proprio compagno.

Poi ci sono coppie per cui tutti questi problemi non esistono e pongono domande veramente curiose, che fanno apparire la mia vita sessuale davvero limitata. D'altronde è grazie a domande come questa e alle risposte competenti che si schiudono nuovi mondi per noi comuni mortali.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail