I bambini allattati al seno crescono più lentamente e si riduce il rischio obesità

latte maternoAllattamento al seno o con latte artificiale? È una questione irrisolta e irrisolvibile, dipende da scelte personali e da circostanze troppo specifiche, legate ai singoli casi, per poter generalizzare. C’è chi si schiera da una parte e chi dall’altra e ciascuno ha le sue ragioni. Ma un gruppo di ricercatori tedeschi ha appena scoperto che la minore quantità di proteine nel latte materno rispetto a quello artificiale sarebbe alla base della ragione per cui i bambini allattati al seno crescono più lentamente rispetto a quelli nutriti con latte artificiale.

Dove sta il problema, vi chiederete? Pare che il rapido aumento di peso nell’età infantile sia strettamente connesso con il più alto rischio obesità negli anni a venire. A questo punto la scelta sembrerebbe ovvia: allattare al seno rimane la scelta migliore e più naturale. Ma la scienza si muove anche nel senso opposto nel tentativo di migliorare le proposte di latte artificiale per ridurre il gap con il latte materno e offrire le stesse condizioni di crescita sana anche ai bambini che per ragioni diverse dalla scelta di una madre non posso beneficiare dell’allattamento al seno.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail