Cosa succede nel settimo mese di gravidanza?

Siamo quasi alla fine di questo splendido ma faticoso periodo della dolce attesa, avete raggiunto il settimo mese e un traguardo importante dato che da questo mese in poi il bimbo può sopravvivere in autonomia anche fuori dall'utero, anche se deve prendere ancora peso, inoltre ancora poche settimane e finalmente vedrete per la prima volta il vostro adorato bambino. Ma cosa succede nel settimo mese di gravidanza?

Durante il settimo mese di gravidanza il corpo si inizia a preparare in vista del travaglio, molte di voi probabilmente avvertiranno delle contrazioni, solitamente se non sono frequenti e ripetitive nel tempo (non più di cinque in un'ora) non portano alla fase del travaglio vero e proprio, ma son semplicemente "una prova generale dell'organismo" e si chiamano contrazioni di Braxton-Hicks. Alcune le avvertono solo come un indurirsi improvviso della pancia che dopo pochi secondi torna normale, alcune nemmeno le notano. Intanto anche il pancione è di dimensioni sempre più ingombranti e troverete difficili alcuni piccoli movimenti come allacciare le scarpe ( via libera alle ballerine!), abbassarsi per raccogliere un oggetto o fare la scale. Non portate pesi e fatevi aiutare dai membri della famiglia, lo faranno volentieri. Il bambino ha bisogno di energie extra, questo vi farà venire un appetito da leone, a tutte le ore del giorno e anche della notte. La posizione dell'utero è ancora molto alta, ed è probabile soffriate di un fastidioso bruciore allo stomaco, che passerà non appena il pancione si abbasserà in vista del parto.

Il bambino in questo mese apre e chiudi gli occhi, si muove e sperimenta lo spazio nel sacco amniotico ( tradotto: tanti calcetti e pugnetti nelle costole), ascolta i suoni che lo circondano ed è molto ricettivo verso i rumori, la musica e la voce di mamma e papà. Questo è il momento per riposare e rilassarsi il più possibile, raccogliere le energie per il parto ( e per le notti insonni del post parto) e iniziare a fare i preparativi in casa, per accogliere il bebè, le future mamme più previdenti hanno già la valigia del parto con tutto l'occorrente pronta e ready to go in caso di travaglio o rottura delle acque prematura.

  • shares
  • Mail