Cosa succede nell'ottavo mese di gravidanza?

L'ottavo mese di gravidanza inizia durante la trentesima settimana di dolce attesa, complimenti siete sempre più vicine al momento clou, quello che racchiude tutto quello per cui avete lottato, quello in cui tutti i sacrifici e i lievi malori e disturbi si annullano, scompaiono per lasciar spazio alla gioia più pura. Ma cosa succede nell'ottavo mese di gravidanza (sempre se arrivate a termine)? Per quanto riguarda il bimbo, cresce a dismisura, prende peso e grasso, e scalcia energico nella pancia di mamma, e molto probabile sulle costole (abbastanza doloroso); ma questo è un buon segno anzi le future mamme devono controllare che il bambino si muova durante il giorno, e se non lo sentite a lungo sempre meglio un controllo dal ginecologo (senza allarmarsi subito però). Spesso i movimenti sono visibili, è bellissimo e non me lo dimenticherò mai ( che nostalgia), il piedino che sbuca dal pancione, una manina, quasi riuscire a prendergliela, vi verrà una voglia matta di averlo in braccio e strapazzarlo di coccole.

Il bambino dovrebbe girarsi da un momento all'altro, ma se è ancora cefalico non disperate, c'è ancora tempo e tanti lo fanno all'ultimo minuto. I piedi della mamma invece possono essere molto gonfi, come anche le caviglie e le gambe, è normale dato il peso del pancione, probabilmente vi sentirete sempre più grosse ed ingombranti, ma tranquille è tutto nella norma e ci siamo quasi. Le mamme in questo mese dovrebbero aver sempre pronta la valigia del parto e avere preparato la casa con tutto il necessario per il bebè, non pensate di farlo dopo, sarete stanchissime appena partorito, e nei giorni a venire probabilmente esauste, insonni e anche un po' irritate per il calo improvviso di ormoni. Nell'ottavo mese è importante se non l'avete ancora fatto, frequentare un corso di allenamento al parto, dove vi insegneranno respirazione ed esercizi pelvici, per esercitare i muscoli al parto. Probabilmente vi sentirete ansiose per la paura del dolore o che il parto non vada liscio come l'olio, il mio consiglio è di distrarsi, per non alimentare la paura, del resto siamo state fatte per dare alla luce, ci penserà la natura e le bravissime ostetriche in caso di problemi.

Avete pensato alle modalità del parto? Ora o mai più. Decidete se fare l'epidurale o un parto naturale, bisogna concordarlo prima con il ginecologo, e se dovete affrontare un cesareo dovrete decidere la data e l'ora, fatevi spiegare l'intervento per stare più tranquille il fatidico giorno. Le contrazioni di Braxton-Hicks potrebbero essere sempre più numerose e fastidiose, ma se non sono dolorose, frequenti e costanti nel tempo per più di un'ora e se non ci sono perdite colorate, dovete stare rilassate, sono solo quelle preparatorie. Complimenti, il count down è ufficialmente iniziato!

Via | Periodo Fertile

  • shares
  • Mail