Consigli sul sonno nei neonati, cosa fare se è agitato o disturbato

Il sonno dei neonati è davvero molto delicato. I primi mesi di vita il bambino deve trovare un suo ritmo e deve imparare a distinguere il giorno dalla notte. Non è per nulla una cosa semplice e i genitori, soprattutto le mamme, si devono armare di beata pazienza. Il rapporto con la nanna è molto soggettivo: ci sono pupi che dormono beati e a un mese di vita saltano già la poppata notturna e pupi che non ne vogliono proprio sapere si chiudere gli occhietti.

Spesso il riposo notturno è influenzato dallo stato d’animo della mamma. A volte non lo si fa consapevolmente, ma le donne accumulando stanchezza e di conseguenza nervosismo, scaricano sul bimbo tutta la loro nevrosi. Risultato? Il cucciolo non riesce a rilassarsi e di conseguenza a prendere sonno. Il primo consiglio è quindi quello di viversi i primi mesi senza regole ben precise, ma seguendo i desideri del proprio bimbo.

Sarebbe ottimale se la mamma riuscisse a riposare, quando anche il bebè dorme. Cercate poi di impostare una sorta di routine. Il bambino deve avere degli orari precisi per la pappa, in questo modo anche l’ora della nanna arriverà puntuale. Inoltre, il rito della nanna dovrebbe comprendere anche il bagnetto, qualche coccola e massaggino, per abbandonare le tensioni della giornata. Una volta, un po’ più grande, magari anche la lettura di una favola.

Se non desiderate avere il neonato nel lettone, non dategli il vizio di addormentarsi con voi sdraiate a letto. Cercate di cullarlo in braccio, magari in piedi e parlategli oppure cantate qualcosa: la voce della mamma è un calmante naturale. Infine, ultimo consiglio. Spesso i bambini si svegliano di notte: non accorrete immediatamente. È ovvio state ad ascoltare se ha realmente bisogno di voi, ma lasciate pure che chiacchieri da solo un pochino e ritrovi la voglia di dormire senza interruzioni.

Foto| Flickr

  • shares
  • Mail